Connettiti con noi

Calcio italiano

Pioli: «Dobbiamo sentire il dolore di questa sconfitta e non farla accadere più»

Pubblicato

su

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta contro la Fiorentina: le dichiarazioni del tecnico del Milan

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta contro la Fiorentina. Le parole del tecnico del Milan.

MATCH – «Nel primo tempo abbiamo giocato insieme e non doveva finire 2-0. Non siamo riusciti a fare gol, la Fiorentina invece ne ha fatti due per disattenzioni nostre. Abbiamo mostrato carattere dopo il terzo gol, poi è chiaro che se prendi il quarto è facile perdere le partite e l’abbiamo persa. Sono gli episodi che ci hanno portati a questa sconfitta, loro hanno fatto quattro gol su cinque tiri in porta. Dovevamo fare più gol nel primo tempo, è chiaro che finire il primo tempo sotto di due gol ci ha tagliato le gambe».

DOLORE«Dobbiamo sentire il dolore di questa sconfitta e fare in modo che non succeda più. Io anche in questa sconfitta resto convinto di avere una squadra molto forte, da questo ko dobbiamo imparare. perdere fa male così come subire quattro gol, è inevitabile. Abbiamo dimostrato di essere in grado di riprenderla, forse potevamo riuscirci senza subire il quarto gol. La squadra ha giocato da squadra e con ritmo, a volte ci manca l’ultimo passaggio, abbiamo tirato in porta il doppio dei nostro avversari, quindi la prestazione c’è stata. Siamo dispiaciuti perché dopo la sosta volevamo ripartire con una vittoria».

FLORENZI – «Non ho tolto Gabbia perché Kalulu sul centrosinistra avrebbe fatto fatica. Inserendo le due punte Florenzi poteva servire meglio gli attaccanti, c’era lo spazio. Le scelte sono state fatte in quell’ottica lì».

RINNOVO PIOLI – «Quando sarà il momento si farà, non ho fretta. Dobbiamo rimanere concentrati, stasera la delusione è forte. Sono sicuro che questo dolore ci farà bene. Sono sicuro che ci riprenderemo e che lotteremo fino alla fine per restare al vertice».

Le parole di Pioli a DAZN

SULLA PARTITA: «Gli episodi sono stati sfavorevoli per colpa nostra, siamo stati meno attenti del solito. Nel primo tempo abbiamo fatto quello che dovevamo ma non fare goal è stato il nostro più grande errore. La Fiorentina nel primo tempo ha fatto due tiri e due goal. Chiaro che poi devi rincorrere, lo avevamo anche fatto bene, ma se prendi quattro goal poi diventa difficile. Abbiamo però giocato molto bene, ci sta facendo molto male questa sconfitta ma abbiamo le qualità per stare ai vertici fino alla fine».

SU LEAO: «Leao aveva dei crampi, per il suo modo di giocare è normale che a fine partita fosse affaticato. Credo possa recuperare in un paio di giorni».

SUI GOAL DELLA FIORENTINA: «Tutti e quattro i goal della Fiorentina hanno pesato, la partita l’abbiamo fatta noi ma siamo stati poco lucidi e concreti. Abbiamo preso il secondo goal a trenta secondi dall’intervallo, poi chiaro che il quarto goal ha chiuso la gara mentre eravamo ancora in corsa. Dobbiamo essere lucidi nell’analizzare la gara, abbiamo fatto un’ottima prestazione ma abbiamo pagato gli episodi».

SUI TROPPI GOAL PRESI NEI PRIMI QUINDICI MINUTI: «Se i numeri si ripetono non è mai un caso, quindi dobbiamo migliorare. Poi è giusto essere criticati per la sconfitta ma non va dimenticato quello fatto fino ad oggi e quello che abbiamo fatto anche stasera. Abbiamo creato nove occasioni da goal e tirato venti volte in porta, ci voleva più determinazione. La Fiorentina ha fatto cinque tiri e quattro goal, forse non era nemmeno la nostra giornata».

SU IBRAHIMOVIC: «La carica di Ibrahimovic c’è sempre ma è la prestazione della squadra che c’è stata, poi dobbiamo migliorare l’approccio ma anche oggi siamo partiti bene e abbiamo preso goal su un calcio d’angolo. Gli episodi oggi ci sono stati sfavorevoli e quindi bisogna tornare a far diventare gli episodi a nostro favore».