Pochesci ci ripensa: «Sfogo da tifoso, chiedo scusa a tutti»

© foto www.imagephotoagency.it

Sandro Pochesci, allenatore della Ternana,al termine del match pareggiato contro il Novara, ha precisato le dichiarazioni di ieri

Hanno fatto molto scalpore le dichiarazioni rilasciate ieri da Sandro Pochesci, allenatore della Ternare, il quale durante la conferenza stampa di vigilia della gara contro il Novara, ha inveito contro la Nazionale e contro Ventura, reo di aver perso contro una squadra di profughi.

Oggi, dopo il pareggio contro il Novara, l’allenatore della fere ai microfoni di Sky Sport ha fatto retromarcia, chiedendo scusa a tutti e in particolare a Ventura: «Sicuramente sono stato colorito, io sono un tifoso. Purtroppo o per fortuna, sono l’allenatore di una squadra gloriosa come la Ternana e questo ha messo in risalto le mie parole. Io non volevo offendere nessuno. Era un’arrabbiatura da tifoso che è nato nel 1963 e che vorrebbe rivedere la nazionale al mondiale. Se ho offeso qualcuno mi dispiace, secondo me bisogna cambiare l’atteggiamento della partita. Penso che sia stato uno sfogo da bar, purtroppo ancora non mi rendo conto che alleno in una categoria come la serie B. Quando devo parlare deve essere più attento. Chiedo scusa alla nazionale, speriamo di vincere lunedì»

E sul ct azzurro aggiunge: «Voglio chiedere scusa anche al tecnico Ventura, il quale è un maestro per me e lo stiamo studiando anche a Coverciano, presto lo incontrerò. Lo stimo molto e quindi non sono certo io che alleno una prestigiosa squadra di Serie B tra l’altro nelle zone basse della classifica, a poter giudicare il suo operato sapendo peraltro gli sforzi che si stanno profondendo in questo momento»