Premier League: Mannchester United vivo, Okaka condanna il West Ham

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Sono terminate poco fa anche le altre due partite di Premier League in programma quest’oggi che chiudono il weekend del campionato inglese.

Il Manchester United allo Stadium of Light contro il Sunderland cerca di mantenere vive le speranze per poter inseguire il sogno del titolo in Premier League dopo che il Chelsea è risucito a passare indenne anche ad Anfield Road e Sir Alex Ferguson rischia ancora Wayne Rooney dal primo minuto. Il più pericoloso però è Ryan Giggs, che nei primi 22′ riesce a creare grandi occasioni, colpendo anche un incrocio dei pali clamoroso col suo sinistro fatato. Al 28′ arriva la rete di Nani, sempre più protagonista (finalmente) per i Red Devils in questo finale di stagione: il portoghese risolve con un destro ad incrociare una mischia funambolica. Il Sunderland, subìto il gol dello svantaggio, non riesce più a riprendersi e subisce la manovra dello United che fallisce due ottime occasioni con Berbatov, sempre al di sotto della sufficienza. Sfortunato poi il bulgaro quando al 56′ colpisce la traversa di testa. Alla fine arrivano tre punti che alimentano il sogno dell’Olf Trafford.

Il Fulham invece mette nei guai il West Ham di Gianfranco Zola, vincendo per 3-2 nel derby di Londra del Craven Cottage. E’ una rete del romanista Okaka a condannare gli Hammers nel rocambolesco punteggio finale. I Cottagers sembrano avere in mano la gara con Dempsey (45′) e l’autogol di Carlton Cole (58)’, con lo stesso centravanti che riapre la partita 3′ dopo. All’80’ Okaka segna il gol che piega le gambe agli ospiti che riescono ad andare in gol nel finale con Franco, ma sarà  inutile. Adesso l’Hull City, vincendo domani contro il Wigan, potrebbe accorciare pericolosamente sul West Ham che tornerebbe in lizza per la salvezza.