Premier League: tutti i trasferimenti del calciomercato

© foto www.imagephotoagency.it

Anche in Premier League ci sono stati dei colpi di mercato interessanti, anche se, rispetto a quello italiano, è stato decisamente più piatto e meno frenetico. In Inghilterra si tende a pianificare la trattativa da portare avanti con maggiore anticipo, mentre l’impressione avuta dal mercato nostrano di quest’inverno è che ci sia stato un approccio approssimativo, con tanti trasferimenti fatti “tanto per” e pochi acquisti mirati. Ecco comunque tutti i trasferimenti del campionato inglese con i relativi voti alle squadre protagoniste:

Arsenal 5,5 : Wenger si concentra sui rinnovi e riesce a blindare quasi per intero la sua rosa, ma ha la colpa di non guardarsi intorno per un portiere, un centrocampista di contenimento ed un attaccante. Trovare una punta durante il mercato di gennaio che possa prendere il posto di Robin van Persie è difficile, soprattutto per giocare la Champions League, ma manca un punto di riferimento per la squadra (vediamo come torna Bendtner); il braccio corto del francese in questo caso è stato decisivo. Almunia non è di categoria e Mannone può essere giusto un buon secondo, qualcosa tra i pali andava fatto. Denilson a centrocampo non completa Song e Diaby è troppo spesso infortunato. Giusta la cessione di Wilshere in prestito per farlo giocare con continuità  sotto la guida di un saggio come Owen Coyle al Bolton, così così l’acquisto di Campbell, esperto sì, ma fuori dai canoni di Wenger (è parsa una mossa “low-cost” e basta). E’ stato mandato via Senderos, ma a fine stagione gli scadrà . Mezzo voto in meno per il mancato acquisto di Chris Smalling, farselo scippare da sotto il naso da Ferguson è da veri fessi. Adesso all’Emirates pensino a rinnovare anche il contratto a Mèrida e Gallas…

Aston Villa 6 : Il compito di Martin O’Neill era non far partire dei pezzi pregiati come Milner, Carew e Heskey. D’altronde, ad una squadra che sta dimostrando di giocare un buon calcio, potevano esser fatti solamente innesti mirati, soprattutto considerando il budget non illimitato dei Villains. In futuro ci sarà  da cercare un portiere, Friedl non è eterno. Il ritorno di Bouma può essere l’acquisto di gennaio. Non influiscono sul voto le cessioni di Gardner (Birmingham, definitivo) e Shorey (Fulham, prestito).

Birmingham City 5,5 : Tanto fumo e poco arrosto. Carson Yeung mette a disposizione di McLeish un bottino interessante per il mercato di gennaio, ma il tecnico dei Blues preferisce tenersi tutto per l’estate e fa solamente investimenti mirati, portando al Birmingham Michel dallo Sporting Gijon, un giocatore di buona prospettiva, e fa tornare alla base Craig Gardner dai Villains. Tutto sommato il campionato del Birmingham sin qui è stato sopra le aspettative, ma potrebbero mancare i gol di un bomber di razza.

Blackburn Rovers 6 – : Dopo un avvio così così, la squadra di “Big Sam” Allardyce si sta finalmente riprendendo. Non si potevano fare grandi cose visto il budget assai limitato, ma sono arrivati due elementi capaci di dare qualità  e quantità . Il primo è il turco YÃ?±ldÃ?±ray BaÃ?Â?tà¼rk, proveniente dallo Stoccarda, dove ormai non trovava più spazio, il quale può essere un uomo di fantasia in più per aiutare la manovra dei Rovers. Inoltre, dalla Francia è arrivato il giovane Amine Linganzi, che potrà  dare una mano con la sua fisicità  al centrocampo. La sensazione è che puntare sul solo Kalinic possa rivelarsi rischioso, anche se il croato ha sin qui reso ad alti livelli per essere il primo anno in Premier League. L’ideale però, sarebbe trovare il verso di rinnovare il contratto a Pedersen, un vero peccato se dovesse andarsene a parametro zero a fine anno. Indolori gli addii di McCarthy e van Heerden, che hanno portato soldi nelle casse dei Rovers.

Bolton 5 : A solo un punto dalla zona retrocessione, qualcosa in più andava fatto da parte dei Trotters. Ottimo il ritorno di Owen Coyle in panchina per cercare di far risalire la china agli Wanderers, ma basteranno i soli Weiss e Wilshere? Certo, i due “ragazzini” hanno talento da vendere, ma sono pronti per sollevare una squadra dalle zone basse della classifica? Ne riparleremo a giugno. E per fortuna non è stato ceduto Cahill…

Burnley 5 + : La squadra non è costruita per reggere con i livelli della massima serie inglese e senza Owen Coyle il club perde un valore aggiunto. La notizia migliore è la permanenza di David Nugent in prestito fino a giugno, mentre bisognerà  vedere come andrà  a finire la scommessa Nimani, promettente attaccante in arrivo dal Monaco. Per la difesa arrivano Fox dal Celtic e Cort dallo Stoke City, ma non è sufficiente per rivitalizzare un reparto. A poco serve l’arrivo di Nicky Weaver e tantomeno quello di Cork dal Chelsea.

Chelsea s.v. : Ancelotti aveva detto che la squadra non avrebbe fatto alcun intervento durante il calciomercato e così è stato. Poteva esser fatto qualcosa dal punto di vista dei rinnovi, ad esempio quello di Joe Cole, ma c’è ancora tempo per lavorarci, anche se le prime sensazioni sono di una seperazione a giugno. Si era parlato tanto di un vice-Drogba necessario a tutti i costi, ma pare che i Blues se la siano cavati egregiamente anche senza l’ivoriano.

Everton 7- : La squadra a disposizione di Moyes è valida. Se ci fosse qualche riserva in più, i Toffeemen sarebbero certamente in una posizione migliore nella graduatoria di quella che attualmente occupano (9Ã?° posto, ndr). Parte Lucas Neill (per il quale arrivano dei buoni soldi), ed arriva Senderos, quindi potenzialmente cambia poco o nulla. Giusto dare via Jo, non era riuscito ad imporsi come la scorsa stagione. Landon Donovan si è subito integrato a meraviglia e potrà  dare il suo contributo fino a giugno, anche se l’idea di trattenerlo potrebbe essere interessante…

Fulham 6,5 : Impegnato sul doppio fronte Premier League/Europa League, la squadra di Hodgson ha speso molte energie. Si è abbattuta una vera e propria “macumba” per quanto concerne gli infortuni e Hodgson ha provato a portare al Craven Cottage alcuni rinforzi negli ultimi giorni di mercato. Il budget per gli acquisti è molto basso, quindi i Cottagers hanno puntato sulle operazioni a titolo temporaneo, come quella per Nicky Shorey in difesa e Stefano Okaka in attacco. Il romano può essere una scommessa vinta o un buco nell’acqua enorme, ma per le caratteristiche fisiche e tecniche, opterei più per la prima. Inoltre, dal Liverpool arriva il giovane tedesco Butchmann. Mi lascia un po’ perplesso la cessione in prestito di Kamara, ma tutto sommato è stato fatto quel che si poteva fare con le risorse a disposizione. I soldi offerti dallo United per Smalling a giugno sono troppi per rifiutare simile proposta.

Hull City 3 : Va bene trattenere Hunt, rifiutando l’offerta del Wolverhampton, ma la posizione in classifica richiedeva qualche sforzo maggiore che il solo arrivo in prestito di Amr Zaki e la cessione di Cousin al Larissa!

Liverpool 6,5 : I Reds vivono una situazione finanziaria complicata e l’arrivo di Maxi Rodriguez a parametro zero è tutto oro che cola. L’ex Atletico Madrid è stato strappato ad una fitta concorrenza e potrebbe essere un colpo azzeccato da parte di Benitez, ma non ci si può dimenticare del flop in passato di Riera, il quale non si è imposto in Premier come nella Liga (ma in quel caso venne anche pagato sonoramente). Non far partire Babel può essere una mossa giusta, ma solamente se poi parte Benayoun, con direzione Dinamo Mosca: sarebbero soldi freschi per Benitez. La società  conferma il tecnico iberico e spazza via l’interesse della Juventus, mantenendo intatta la struttura della squadra che, infortuni permettendo, riparte da ora per la rincorsa al quarto posto. La cessione di Dossena al Napoli era preventivata e sono arrivati 5 milioni di euro che faranno comodo in estate. Inoltre, sono arrivati i rinnovi contrattuali di tutti i big, cosa non da poco.

Manchester City 6 : E’ un voto che sta tra il 7 per le cessioni ed il 5 per gli arrivi. Andare a pagare Vieira all’Inter è stato un segno di riconoscenza nei confronti di Moratti per tutti questi anni a libro paga? Il francese non è ancora sceso in campo dal suo arrivo ed il mistero sul suo acquisto cresce sempre più. L’innesto di Adam Johnson dal Middlesbrough può rivelarsi una mossa azzeccata, ma è troppo poco per il club che vuole competere con le big, vista anche la cessione di Robinho al Santos in prestito. E’ vero che il brasiliano non è mai stato incisivo con la maglia dei Citizens, però, girarti verso la panchina e dover scegliere tra il brasiliano e Johnson, permettetemi, io scelgo l’ex Real Madrid come soluzione alternativa a gara in corso. Giusto cedere comunque il giocatore, visto che non aveva più le motivazioni per far fare il salto di qualità  alla squadra, così come è giusto lasciar andare a giocare Benjani, sempre molto rispettoso nei confronti del club, ed il giovane Weiss, sul quale il Mancio punta per il futuro. Di non semplice fattura la nuova cessione in prestito di Caià§edo dopo il fallimento alo Sporting. Adesso là  davanti rimangono “solo” Adebayor, Tevez, Santa Cruz e Bellamy.

Manchester United 6,5 : Anche Ferguson tiene la mano stretta sul borsellino, anche se dalla società  fanno sapere di avere pronti 100 milioni di sterline da mettere a sua disposizione. La squadra dello United è di primo livello, ed allora servono solo giocatori per migliorare una rosa già  difficilmente migliorabile. Ecco che quindi si pensa al futuro, ed arriva l’acquisto a sorpresa di Chris Smalling per giugno, uno che farà  parlare di sè sul campo (già  lo fa). Giusto cedere Tosic e Welbeck in prestito per dare a loro maggiore continuità .

Portsmouth 3 : La squadra di Grant è ultima e non si schioda dai bassifondi della classifica. La crisi finanziaria del club lascia i Pompey ad annaspare fino agli ultimi giorni di mercato, quando viene rimosso il blocco per i trasferimenti, ma solamente per quanto riguarda le operazione in prestito. Diventa difficile quindi per l’israeliano trovare qualcuno con cui fare affari in così breve tempo, soprattutto per quanto riguarda il fatto di dover trovare sostituti per Kaboul e Begovic, partiti rispettivamente per Tottenham e Stoke City, in modo da poter pagare gli stipendi arretrati. Arriva in prestito dallo Spartak Mosca l’ex promessa dell’Arsenal, Quincy Jamie Owusu-Abeyie, per cercare di dare una mano all’attacco, ma probabilmente l’errore è lasciare in prestito Nugent al Burnley; diretto avversario per una miracolosa salvezza. Infine, in attesa di ottenere un permesso di lavoro, si allenano con la squadra il rumeno RÃ?Â?zvan CociÃ?Â? e il difensore portoghese Ricardo Rocha, che arriva alla corta di Grant assieme a O’Hara (prestito confermato per lui, ndr) via Tottenham. Manca comunque un uomo davanti che possa dare le giuste garanzie in questa ultima parte della stagione.

Stoke City 4 : Lo Stoke è tra le squadre che lottano per non retrocedere e l’arrivo del solo Begovic lascia un po’ perplessi, visto che Sorensen non ha lasciato i Potters come era previsto. Si era parlato di un arrivo di un attaccante (elemento vitale), sono circolati anche nomi illustri, come quello di van Nistelrooy, ma alla fine è rimasto Beattie, che invece sembrava sul piede di partenza.

Sunderland 6 + : Qualcosa andava fatto per evitare il momento di caduta libera della squadra di Steve Bruce. I Black Cats non vivono un ottimo periodo di forma, ma le difficoltà  in attacco ed in difesa erano palesi. Ecco dunque Alan Hutton in prestito dal Tottenham e Kilgallon per la retroguardia, mentre per il reparto offensivo, sempre in prestito, arriva Benjani dal Mancester City.

Tottenham 6,5 : La vicenda Pavlyuchenko ha rischiato di farci venire la nausea. Tuttavia, adesso il russo pare aver trovato un po’ di pace sotto la gestione Redknapp e, dopo gli addii di Robbie Keane (molto rimpianto) al Celtic e Giovani dos Santos (desaparecido) al Galatasaray, è proprio Pavlyuchenko la riserva del duo Crouch – Defoe. A parte la cessione dell’irlandese, non fanno una grinsa quelle di Rocha, O’Hara e il messicano ex Barà§a. L’infortunio di Aaron Lennon preoccupa, e non poco, quindi ecco Gudjohnsen, giocatore molto polivalente che può occupare vari ruoli nello scacchiere tattico dell’allenatore degli Spurs, mentre viene confermato anche Bentley, autore di buone gare nelle ultime apparizioni. Infine, la priorità  vera era acquistare un difensore poliedrico, visti gli infortuni di Woodgate e King. I due stentano a riprendersi, ed allora Redknapp ricorre alla sua arma migliore: far tornare a White Hart Lane giocatori precedentemente ceduti, riacquistando dal Portsmouth il difensore francese Younes Kaboul.

West Ham 6,5 : Il cambio di proprietà  ha portato una ventata di aria fresca e nuovo entusiasmo. Si poteva fare poco in questo mercato, ma quel poco è stato fatto. Anche se i tifosi sono stati “illusi” con i nomi altisonanti di van Nistelrooy & Co. per l’attacco, alla fine sono arrivati McCarthy, Ilan e Mido, da cui Gianfranco Zola spera di ricavare almeno un partner ideale per Carlton Cole, ormai sulla via del recupero. Rispedito al mittente il fantasma Jimenez, sono stati bloccati tutti gli altri elementi chiave. Per ora, più di così, Sullivan e Gold non potevano fare.

Wigan 7 : La stellina del mercato va al Wigan. I Latics riescono sempre a scovare affari a basso costo per rimanere a galla in classifica ed evidare la retrocessione in Championship. In particolare, spiccano gli arrivi di Gary Caldwell dal Celtic, affidabile difensore scippato di fatto al Boro, e il campioncino del Crystal Palace, Victor Moses, sul quale c’erano le attenzioni di mezza Europa. Resta da capire quanto sia affidabile invece il roccioso Ghouri, ex M’Gladbach, che arriva a parametro zero, mentre Vladimir StojkoviÃ?Â? farà  da riserva a Kirkland. Bisogna anche capire se quella di Marcelo Moreno sarà  una scommessa vinta o meno: il calciatore boliviano era considerato una promessa del calcio sudamericano, ma al Werder Brema ha trovato più di una difficoltà , ed ora lo Shakhtar ha provato a girarlo al Wigan, in modo da capire se poteva essere la Bundesliga a creare probelmi all’attaccante. Ottime le cessioni degli esuberi: de Ridder, Kapo e Cho. Il fiore all’occhiello è il rinnovo contrattuale per Maynor Figueroa, inseguito dal Sunderland, ma blindato fino all’estate al DW Stadium.

Wolverhampton 4 : Altra situazione gestita in maniera strana. La squadra sta lottando per rimanere fuori dalle ultime tre posizioni, ed arrivano due rinforzi “ignoti” per il centrocampo, entrambi dallo Charleroi. Geoffrey Mujangi Bia è un ottimo prospetto, ma non fa al caso dei Wolves, così come Guedioiura, che impiegherà  tempo prima di ambientarsi e poter dare il suo contributo.