Reja: «Lazio e Atalanta sono le società più penalizzate»

Iscriviti
Reja
© foto www.imagephotoagency.it

Il c.t. della nazionale albanese Eddy Reja è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport. Ecco le sue parole

Eddy Reja, ct della Nazionale albanese ed ex allenatore della Lazio, è stato intervistato dal Corriere dello Sport. Ecco le sue parole con sull’attuale momento:

«Sarebbe una fortuna per tutto il calcio, non solo italiano, anche se dovesse chiudere a luglio. I tempi non hanno importanza, ma sarebbe bello poterlo chiudere, girando pagina».

LAZIO DA SCUDETTO – «La Lazio stava inseguendo lo scudetto? Un sogno. La Lazio e l’Atalanta sono le due società più penalizzate. Parlo nell’ambito sportivo, da uomo di calcio e del momento che stavano vivendo, non certo della disperazione. Senza impegni europei, giocando una partita a settimana, Inzaghi aveva buone possibilità di riuscirci, arrivando davanti alla Juve. Mi sembrava un’opportunità unica e non è detto che ancora non ci riesca se il campionato ripartirà».

MODALITA’ RIPRESA – «Dodici giornate compresse in un mese e mezzo d’estate? Diventerebbero tutte partite piene di calcoli. Sarebbe stato bello vederle in volata e con l’intensità di sempre. Non so cosa potrebbe venire fuori in estate, giocare ogni tre giorni non è facile, stressa dal punto di vista fisico, ma il calcio deve in qualche modo uscire da questa situazione e può essere l’unica soluzione, trovando uno spiraglio».