Roma, Fonseca: «Abbiamo un problema mentale. Impossibile prendere l’Atalanta»

Roma Fonseca
© foto www.imagephotoagency.it

Paulo Fonseca ha commentato la sconfitta subita in casa contro l’Udinese: le dichiarazioni dell’allenatore della Roma

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha commentato ai microfoni di Roma TV la sconfitta subita in casa contro l’Udinese.

MOMENTO – «Difficile da spiegare, non siamo entrati bene in partita, abbiamo preso un gol e con l’espulsione è stato più difficile. Nel secondo tempo abbiamo rischiato e lasciato spazio, ma abbiamo giocato bene. Non è bastato per riprenderla. In questo momento giocando con un giocatore in meno è difficile. Sicuramente è preoccupante ma dobbiamo lottare fino alla fine per gli obiettivi, ormai è praticamente impossibile prendere l’Atalanta. Sono preoccupato, voglio recuperare la squadra per la prossima partita contro il Napoli».

ERRORI – «Abbiamo visto gli attaccanti dell’Udinese che sono andati sul fondo spesso. Nelle ultime due partite la squadra non ha concesso molti tiri, se vediamo i gol subiti sono quasi sempre errori individuali, non di marcatura, se non uno oggi. Dobbiamo lavorare per tornare a essere una squadra con fiducia e consapevolezza difensiva».

MOTIVAZIONE – «Dobbiamo lottare fino alla fine e abbiamo altri obiettivi da raggiungere, è importante non dimenticare che dobbiamo lottare. Chi gioca alla Roma deve essere sempre ambizioso, dobbiamo ritornare a essere la squadre che siamo stati in tante partite in questa stagione».

DZEKO – «Ha giocato le prime due e tra due giorni abbiamo il Napoli, Kalinic si è allenato bene e ha giocato bene nell’ultima prima del lockdown contro il Cagliari. Dobbiamo cambiare con tante partite».