Connettiti con noi

Conference League

Roma, Nainggolan: «I tifosi meritano un successo»

Pubblicato

su

Nainggolan

Le parole di Nainggolan caricano l’ambiente della Roma per la semifinale di ritorno contro il Leicester City di giovedì

Intervistato dal Messangero, Radja Nainggolan incita la squadra a fare l’ultimo passo in semifinale di Conference contro il Leicester. Le sue dichiarazioni.

VINCERE «Sono contento, non si vince da tanti anni. La piazza, i tifosi, meritano un successo. Senza stare a guardare se si tratti di Champions, Conference o altro. Bisogna tornare a vincere in qualche modo. E basta».

RIMPIANTO «La mia Roma era fantastica, una squadra con le palle, con grande qualità. Peccato essere andato via e senza vincere. Solo quella squadra poteva ribaltare un risultato negativo come quello di Barcellona. Liverpool? quella è una partita che mi piacerebbe rigiocare. Con il Var, chissà, magari l’avremmo vinta e saremmo andati in finale. Bastava vedere il mani di Alexander Arnold e sarebbe cambiato tutto. Oggi, quella squadra, vincerebbe lo scudetto. In questo campionato può succedere di tutto, le prime della classe sono inferiori alla Juve dell’epoca e noi eravamo lì».

ROMA DI OGGI – «Purtroppo non ci sarà Mkhitaryan. Uno che ha strappi determinanti, ha la giocata, la qualità, ha forza. Devastante. Peccato non averlo a disposizione. Pellegrini è forte, ha la giocata decisiva negli ultimi metri. E in più sa tirare i calci di punizione, gli angoli. Il gol può arrivare da lì. Abraham è un lottatore. A volte troppo e perde lucidità, ma è molto forte. Zaniolo è un grande giocatore, devastante, ma la sua forza deve essere la forza di tutti. Spesso si perde nell’ultima giocata. Ma è una questione di età, dovrà crescere».

COACH «Mourinho? Mi piace la sua sincerità, anche se a volte può avere effetti negativi sulla squadra. Però è un grande».