Roma, Totti: «Rinnovo? Ringrazio Pallotta, grande responsabilità»

© foto www.imagephotoagency.it

ROMA TOTTI CONTRATTO CONFERENZA STAMPA – Dalla sala stampa del centro sportivo di Trigoria, Francesco Totti ha firmato il rinnovo del contratto con la Roma per ulteriori due stagioni davanti ai cronisti presenti in conferenza. Il capitano giallorosso, intervenuto insieme al presidente James Pallotta, hanno prima brindato al nuovo matrimonio, poi il capitano ha preso la parola: «Vorrei ringraziare il presidente per questo contratto, era quello che volevamo tutti, sia io che la società. Mi dà una grande possibilità di indossare la maglia che ho sempre amato, saranno altri due anni di grandi responsabilità e possiamo fare grandi cose».

DEL PIERO MORATTI – Totti prosegue nelle dichiarazioni: «I cambiamenti nel mondo del calcio? Riguardo Moratti mi dispiace che lasci la società, hanno cercato di cambiare pagina ma penso che Moratti nel calcio italiano rimarrà sempre una persona vera. Per quanto riguarda Del Piero è stata una scelta personale quella di andare a giocare in Australia. Era la bandiera della Juventus, mi spiace non sia stato tratto come è successo me a Roma. Per quanto riguarda me sono strafelice di essere rimasto a indossare un’unica maglia».

GARCIA – «Fare calcoli in questo momento è molto semplice, a inizio stagione ci si sbilancia positivamente. Però credo che siamo partiti col piede giusto: abbiamo un allenatore competente che vuole far giocare bene la squadra e chiede rispetto dai propri giocatori. Penso che di questo passo sarà una Roma competitiva per il futuro».

NAZIONALE – «Ti dico la verità: non ci penso, penso solamente a fare bene con la Roma. Poi da qui a maggio vedremo le mie condizioni: la mia maglia azzurra è quella della Roma, l’ho detto sempre».

LAZIO – «Il derby? La partita di domenica è differente da tutte le altre durante il campionato. E’ una gara che affronti diversamente, non è da me dare un pronostico su Roma – Lazio. Il record di Piola? Sinceramente non ci penso, il mio obiettivo è fare bene con la Roma e vincere con questo club. E’ quasi impossibile raggiungere Piola, non è un mio obiettivo».