Sampdoria, Bertani: “Meritavamo di più noi”

© foto www.imagephotoagency.it

Un Diavolo per attaccante. Un Diavolo che segna all’esordio in campionato, timbrando il suo primo gettone con la rete del vantaggio blucerchiato, che aveva portato i suoi sopra all’intervallo. Già  un idolo lui per i tifosi, rimasti in parte delusi solo dal risultato finale, perchè come dice lui stesso Ã?«ai punti avremmo strameritatoÃ?». Di chi stiamo parlando? Ovviamente di Cristian Bertani, uno dei migliori tra i doriani in questa prima sfida di campionato contro il Padova. Ã?«Come ho detto sempre, la cosa che mi interessa di più è il risultato della squadra – minimizza però la punta a chi elogia la sua prova -. Sono soddisfatto a metà , insomma, perchè il gol è sì una soddisfazione importante per un attaccante, ma avrei preferito vincere questa partitaÃ?».

Concentrazione. Ã?«Siamo stati molto concentrati dall’inizio alla fine e quando si concede poco o nulla all’avversario, questo significa che la squadra ha lavorato bene – prosegue poi il numero 22 sampdoriano -. Ciò che ci è mancato è stato concretizzare le occasioni avute sul 2-1, perchè lì avremmo potuto chiudere la partita. Non sono però d’accordo con chi dice che abbiamo creato solo nella ripresa, perchè anche nel primo tempo abbiamo avuto la traversa con Pozzi dopo 5′ e un’altra mia occasione che ha fruttato una punizione dal limiteÃ?».

Tranquillità . Qualche giornalista in mixed-zone prova a stuzzicarlo chiedendogli della sostituzione, ma quello che in campo è un Diavolo dai ritmi forsennati, ai microfoni risponde con la pacatezza e la tranquillità  di chi non ha nulla da nascondere: Ã?«Mi hanno sempre insegnato che è meglio chiedersi perchè vieni sostituito, piuttosto che mettersi protestare. Il mister ha visto la partita in questo modo e a me va benissimo così. Del resto l’allenatore vedendo la partita da fuori ha la serenità  di leggere le situazioni meglio di noi giocatori: l’importante è farsi pronti quando si è chiamati in causaÃ?».

Imparare. Chiusa la parentesi, Bertani torna poi sulla partita in sè, identificando i pro e i contro di questa prima giornata di campionato. Ã?«I gol che abbiamo subito sono stati due grandi gol, ma comunque frutto di disattenzioni e pertanto evitabili – conclude l’attaccante originario di Legnano -. Se fossimo stati abbastanza bravi da non concederli avremmo potuto vincere, ma dagli errori dobbiamo crescere e lavorare per non commetterli di nuovoÃ?».

Fonte | Sampdoria.it