Sampdoria, Ranieri: «Poco spavaldi. Roma? Chi c’è, c’è»

© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Ranieri ha commentato la sconfitta subita in Serie A contro l’Inter: le dichiarazioni dell’allenatore della Sampdoria

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha analizzato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta subita in Serie A contro l’Inter.

TIMOROSI – «Li abbiamo aiutati, siamo stati timidi e timorosi. Uscivamo tardi e quando lo facevamo, lo facevamo male. Pronti via, calarsi nel campionato ci sta la sconfitta. Non ci sta il primo tempo, ci sta di più il secondo tempo»

REAZIONE – «Ho visto che noi continuavamo a spingere. C’era da tentare il tutto per tutto. Aver fatto il gol e entrare di nuovo in partita ha dato di nuovo la spinta ai ragazzi»

COMMENTI ALL’ARBITRO – «È il pathos della partita. Capita di dire qualcosa di troppo. Ma l’arbitro è stato intelligente e ha capito. Episodi? Non c’è stato nulla»

MODULO – «Credo che il modulo possa aver influito. In allenamento siamo spavaldi. Mi aspettavo una partita diversa. Quando ho visto che rinculavamo, non girava palla, mi sono reso conto che non andava bene e ho cambiato»

DIFESA – «Ho detto che devono parlarsi tra di loro, perché possono sentirsi. Purtroppo nel calcio moderno sono pochi quelli che parlano»

LOTTA SALVEZZA – «Noi siamo partiti da ultimi in classifica. Non siamo preoccupati, sappiamo che dobbiamo lottare e sappiamo dove dobbiamo arrivare. Roma prossima avversaria? Chi c’è, c’è»