Sassuolo, De Zerbi: «Vittoria importante, difficile giocare a porte chiuse»

De Zerbi Turati
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Roberto De Zerbi dopo la vittoria del Sassuolo contro il Brescia, in un Mapei Stadium a porte chiuse

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Roberto De Zerbi ha parlato al termine della gara fra Sassuolo e Brescia. Ecco le sue dichiarazioni.

VITTORIA – «Il Brescia è una squadra che ha messo in difficoltà diverse squadre, ha fatto spezzoni di gara in cui ha messo in difficoltà Napoli, Inter e Juve. Giocare senza pubblico a porte chiuse è davvero difficile, ho fatto i complimenti ai ragazzi. Primo tempo non bellissimo, il secondo tempo invece sì».

SASSUOLO COME L’ATALANTA? – «Abbiamo giocatori giovani ma molto forti. In estate abbiamo cambiato circa il 60% dell’undici. Non era facile trovare tutto ciò che c’era l’anno scorso. Stiamo crescendo. Vogliamo essere ambiziosi tenendo i piedi per terra. Stiamo all’erta anche a 32 punti».

INFORTUNIO ROMAGNA «Purtroppo lo per molto tempo. Ci ha dato tanto e gli vogliamo bene».

MERCATO«Trattenere tutti non è facile, ci si scontra con la volontà dei ragazzi. Se ci sarò io farò di tutto per tenerli. Io sono in scadenza di contratto, non so cosa succederà. Cerchiamo di dare la priorità a cose che stanno toccando tutti».

STOP SERIE A – «Come gestire la tensione? Onestamente non lo so. Certe volte ricevi domande di cui non conosci le risposte. Preparare la gara è stato difficilissimo, lavorare nel calcio in Italia è una responsabilità sociale. All’interno della società ci sono uomini preoccupati con delle famiglie».