Sassuolo, Ferrari: «Vogliamo la salvezza. Contro l’Atalanta non sarà facile»

ferrari
© foto www.imagephotoagency.it

Gian Marco Ferrari ha parlato della ripresa del campionato di Serie A: le dichiarazioni del difensore del Sassuolo

Gian Marco Ferrari, difensore del Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa della ripresa del campionato di Serie A.

RIPRESA – «C’è tanta voglia perché un periodo così lungo senza calcio non era mai capitato. Siamo carichi, abbiamo voglia di riprendere e giocare anche se in una situazione un po’ strana ma la voglia di ripartire c’era. Vogliamo ricominciare al meglio».

CORONAVIRUS – «Il lockdown ti ha fatto uscire dal mondo normale. Ti ha fatto godere la famiglia, che è stato importante, ma tornare in campo, allenarsi, è la cosa che più ci si addice e se lavoriamo per questo, ci piace, è stato quasi emozionante tornare a farlo».

ATALANTA – «Tornare a Bergamo non sarà facile. Loro in particolare hanno sofferto tanto e speriamo che con questa partita, parlando dal punto di vista calcistico, possano tornare a gioire, noi naturalmente, parlando di risultato faremo di tutto per vincere. Stiamo cercando di preparare al meglio la partita, conoscendo la forza dell’avversario ma proveremo a fare il nostro gioco per ottenere il massimo bottino».

AVVERSARIO DA TEMERE – «Un giocatore in particolare no perché sono una squadra completa, hanno tutto per poterti far male. Ognuno poi gioca sui punti deboli dell’avversario. stiamo preparando la gara al meglio e dovremo essere bravi a riproporlo in campo».

PAURE – «Temo gli infortuni. Bisogna curarsi fuori dal campo, quando siamo a casa, con l’alimentazione, il sonno, sono cose che incidono e la cosa che balzerà più all’occhio sarà quella».

SASSUOLO – «Penso che il Sassuolo stia bene, ti parlo da giocatore. Abbiamo lavorato tanto, a mio avviso stiamo bene. Abbiamo provato a tornare a come lo avevamo lasciato e siamo pronti per questo tour de force».

OBIETTIVI – «Non siamo ancora fuori dalla corsa salvezza e dobbiamo guardarci dietro, questo è il primo obiettivo, poi se saremo bravi a conquistare la salvezza in anticipo potremo magari pensare anche ad altro ma il primo obiettivo rimane la salvezza».

NUOVE NORME – «I cinque cambi sicuramente aiutano perché quello che sta succedendo non era mai successo e salvaguardare l’aspetto fisico è importante. Tutte le altre regole, non protestare, c’è sempre stata, cambia poco. Per l’esultanza non lo so, uno preso dal momento non si sa come potrà reagire».

STAGIONE – «È stato un anno particolare, ho avuto infortuni che non mi hanno permesso di scendere in campo. Spero che queste ultime partite possano farmi brillare di più perché nella prima parte di stagione sono stato tanto fermo per infortunio e spero di riuscire a fare meglio».