Juve-Atletico: atteso verdetto UEFA su Simeone, la difesa spagnola può funzionare

simeone atletico madrid
© foto www.imagephotoagency.it

L’Atletico Madrid attende di sapere se Diego Simeone potrà sedere in panchina in vista del ritorno degli ottavi Champions League con la Juventus: domani il verdetto UEFA

Sono ore di massima incertezza in casa dell’Atletico Madrid in vista della sfida decisiva della prossima settimana contro la Juventus per il ritorno degli ottavi di Champions League. I Colchoneros sapranno quasi certamente domani se Diego Pablo Simeone potrà regolarmente sedere in panchina all’Allianz Stadium dopo il brutto gesto dell’esultanza al gol di José Maria Gimenez all’andata. L’allenatore argentino rischia infatti grosso: per lui possibile una squalifica proprio in vista della partita con i bianconeri che lo costringerebbe, inevitabilmente, a seguire il match dalla tribuna. La UEFA gli contesterebbe la violazione dell’articolo 11.2 del proprio regolamento, quello riguardante i principi di condotta etica, lealtà ed integrità sportiva. Insomma: Simeone avrebbe provocato apertamente gli avversari.

La difesa dell’Atletico Madrid però potrebbe fare breccia: Simeone, subito dopo la gara del Wanda Metropolitano, si era infatti scusato mostrando immediatamente pentimento. Soprattutto però il Cholo aveva sottolineato di non essersi riferito con quel gesto in alcun modo ai tifosi juventini. Su questo punto in particolar modo batterebbero gli avvocati spagnoli: Simeone non avrebbe violato alcun principio di lealtà, perché il gesto di portare le mani ai propri genitali era riferito unicamente ai propri giocatori (a sottolineare i loro attributi nel riuscire a vincere la partita). Su questa base la commissione domani potrebbe decidere di essere indulgente.