Connettiti con noi

Calciomercato

Torino, con Juric ci si può divertire ma deve essere assecondato sul mercato

Pubblicato

su

torino
Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Torino con Ivan Juric può togliersi delle grandi soddisfazioni ma il tecnico va assecondato sul mercato

«Abbiamo fatto un po’ di riassunto con la società, cercando di capire dove possiamo migliorare. Vediamo se a gennaio c’è la possibilità di trovare qualcuno di funzionale al nostro calcio, ci manca un po’ di qualità nelle giocate. All’inizio c’erano dei dubbi su di me, dovevano capirmi, ora per anche la società capisce che le cose sono in netto miglioramento, si può fare qualcosa di importante. Poi ci manca anche Belotti, che non è un’assenza da poco. Siamo a buon punto, a volte ci siamo, a volte un po’ di meno». Il messaggio che Ivan Juric manda alla società nel post partita di Inter-Toro è chiarissimo: veniamoci incontro e ci divertiremo.

Ed è in effetti quello che pensano sia i tifosi del Toro sia gli addetti ai lavoro. La squadra del tecnico granata è frizzante, viva e con un’identità chiara. Manca solo la scintilla che gli permetterebbe di uscire da serate come quella di San Siro con una vittoria. Chissà se l’aiuto non possa arrivare dal mercato di gennaio, per preparare il terreno ad un grande girone di ritorno dei granata. Sarebbe un peccato non aggiungere quel centesimo per fare l’euro e regalare a Juric una squadra capace – perché no – di puntare a piazzamenti europei.

Per ricominciare al meglio il campionato – giovedì 6 gennaio alle 16:30 contro l’Atalanta – Juric si aspetta, quindi, che Cairo e Vagnati facciano le loro mosse sul mercato, cercando di sfoltire la rosa granata e di portare a Torino quel qualcosa che manca alla squadra. E si parla soprattutto in fase di attacco. Quell’attacco che però mercoledì a San Siro ha saputo sostenere e portare avanti il giovane Magnus Warming: entrato nell’ultima mezz’ora di gioco, ha creato tante occasioni portando i nerazzurri quasi all’autogol.