Connettiti con noi

Focus

Torino, rimonte e rimpianti: sono 19 i punti persi

Pubblicato

su

Torino

Tanti i rimpianti del Torino per i punti persi da situazione di vantaggio. Tutte le beffe subite nei finali di gara

Il 4-4 di Bergamo rappresenta al meglio l’intera stagione del Toro. Una squadra capace di segnare quattro gol in trasferta contro una formazione che fino a pochi mesi fa era in Champions League, ma anche di regalare reti e di buttarsi via nel finale. «Sul 4-2 mi sembrava che i miei ragazzi fossero in controllo della sfida» il rammarico di Ivan Juric, che ancora una volta si è visto rimontare negli ultimi minuti. E i numeri, andando avanti con la stagione, non fanno altro che peggiorare: i gol presi dal 75’ in poi sono diventati 16, così come crescono i rimpianti per un altro successo sfumato. «Dispiace perché perdere così tanti punti alla fine delle gare ci costringe a questa classifica, ma poteva essere diversa» l’amara riflessione del croato.

Tutte le rimonte

I conti sono sotto gli occhi di tutti: i granata hanno perso addirittura 19 punti da situazione di vantaggio. Soltanto nel nuovo anno, il Toro è stato rimontato da Sassuolo, Venezia, Inter e Lazio, mentre l’unico ribaltone centrato è rappresentato dal 2-1 di Genova contro la Sampdoria. Eppure, il tecnico preferisce guardare il bicchiere mezzo pieno della prova offerta al Gewiss Stadium: «E’ stata una partita fantastica, sono soddisfatto per come siamo cresciuti globalmente – ha aggiunto dopo il pareggio di Bergamo – e ora possiamo lavorare sui particolari: siamo partiti con mille handicap, non era facile». Ora può godersi un Praet tornato su livelli devastanti, «Se ci fosse stato tutto l’anno sarebbe stato diverso, ha un potenziale enorme e mi piace tanto», e pensa a come gestire i portieri per questo finale di stagione: «Contro l’Atalanta ho puntato Vanja perché mi servivano i suoi lanci lunghi, non è male avere due estremi difensori affidabili e poter scegliere a seconda delle partite».

Le probabili scelte

Il ballottaggio resta aperto anche per la gara di domenica pomeriggio contro l’Empoli, con Juric che pensa a qualche rotazione. A Bergamo ha scelto Singo e Aina ma in Toscana dovrebbe rivedersi Vojvoda, sulla trequarti scalpita Brekalo per tornare titolare anche se non è sembrato particolarmente brillante. In attacco c’è una scelta in più, con Belotti che cerca minuti tra Pellegri e Sanabria, e Pobega può ritrovare una maglia dal primo minuto in mediana o alle spalle dell’unica punta