Tottenham inceppato: Mourinho deve trovare soluzioni offensive – ANALISI TATTICA

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un notevole inizio di stagione, il Tottenham di Mourinho ha perso smalto e fatica a trovare idee in fase offensiva

Qualche settimana fa, dopo la grande vittoria nel derby contro l’Arsenal, elogiavamo il grande lavoro fatto da Mourinho alla guida del Tottenham L’allenatore portoghese aveva fatto un gran lavoro psicologico e tattico, abituando ai propri giocatori ad interpretare la partita in modo diametralmente opposto a Pochettino.

Oggi il Tottenham si esalta nel difendersi basso per ampie fasi del match, attaccando prevalentemente con transizioni lunghe. La solidità dl bunker di Mourinho ha fin qui neutralizzato gli attacchi di Chelsea, Arsenal e Manchester City, grazie a prestazioni caratterizzate da tanta concentrazione.

Le ultime prestazioni sono però state un brutto risveglio, con appena un punto in 3 partite che allontanano i londinesi dalla vetta della classifica. Particolarmente inquietante è stata l’ultima sconfitta interna contro l’ottimo Leicester di Rodgers, che ha evidenziato tanti problemi. Per larghe fasi del primo tempo, gli Spurs non sono riusciti a risalire: l’eccellente contropressing delle Foxes ha schiacciato i padroni di casa, che hanno tenuto un baricentro molto basso.

I problemi più grossi riguardano però la produzione offensiva. Contro un Leicester molto solido, il Tottenham ha creato poco o nulla: l’unica azione veramente pericolosa (un tiro di Son) è arrivato da corner. Gli Spurs, nonostante il tanto talento a disposizione, hanno dimostrato di faticare molto quando bisogna attaccare una difesa schierata. Il 4-4-2 di Rodgers ha ben coperto gli spazi, il Tottenham non è mai riuscito a imbeccare tra le linee i propri giocatori di qualità.

Mancando varchi centrali, spesso gli Spurs hanno saltato il centrocampo con lanci dal basso che però diventavano facile preda della difesa rivale. Non c’era mai la sensazione che potessero nascere occasioni pericolose.

Questa è una fase importante della stagione (il Liverpool potrebbe prendere il largo), che determinerà il campionato di molte squadre. Se il Tottenham vuole rimanere nelle primissime posizioni, c’è bisogno che la squadra si dimostri più varia e incisiva in fase offensiva.

Quando gli Spurs affrontano squadre più forti (e riescono a segnare subito) dimostrano grande solidità nella protezione del risultato. Viceversa, il gioco offensivo è parecchio ambiguo, sembra che in queste settimane Mourinho abbia lavorato più sulla ricerca dell’equilibrio difensivo. Gli Spurs devono assolutamente essere più convincenti quando attaccano squadre che si chiudono, il rischio altrimenti è quello di perdere per strada troppi punti.