Presidente Granada: «Murillo e Brahimi venduti a poco? No, ecco perchè»

© foto www.imagephotoagency.it

Enrique Pina ha giustificato le cessioni dei giocatori che si stanno mettendo in mostra con Inter e Porto

Il Granada occupa al momento l’ultimo posto della Liga. Una sola vittoria ottenuta nelle prime sette giornate di campionato, ma a tenere banco è anche il calciomercato, soprattutto quello in uscita. Il presidente Enrique Pina, infatti, è stato criticato in particolar modo per aver ceduto Murillo e Brahimi, rispettivamente a Inter e Porto, a prezzo di saldo.

LA GIUSTIFICAZIONE – Ma ecco la risposta di Pina intervistato ai microfoni di Granada Hoy: «Potevamo ricavare di più? No, perchè le trattative si fanno anche in base alla storia del club. Brahimi, ad esempio, se fosse stato al Siviglia o al Valencia con ogni probabilità il Porto non l’avrebbe mai ingaggiato, sarebbe costato troppo. Un club come il Granada non poteva chiede di più, gli affari sarebbero potuti sfumare».