Zenga: «Cagliari la mia tappa più importante, ecco cosa ho detto a Maran»

Cagliari Zenga
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni rilasciate da Walter Zenga, nuovo allenatore del Cagliari, dopo la conferenza stampa di presentazione

Il nuovo allenatore del Cagliari, Walter Zenga, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la conferenza stampa di presentazione insieme al presidente Giulini. Ecco le sue parole.

“IGNORANZA” – «Il Presidente ha ragione, dobbiamo cambiare registro. Dobbiamo andare in campo con la convinzione di avere qualità, esprimendo un calcio migliore. E anche folle. Se non si è folli nella vita non si fa niente. Non dobbiamo più aver paura di sbagliare. Abbiamo due settimane di tempo per preparare la gara con la Spal, per me è un grande vantaggio».

FEELING CON NAINGGOLLAN – «Bisogna ripartire da Radja come da tutti gli altri, ho piena fiducia in loro, per me sono i migliori. Devo trasferire loro l’idea che possano far tornare i tifosi a incitarci».

CAGLIARI – «E’ la tappa fondamentale della mia carriera. Ho dentro l’amarezza della retrocessione di Crotone. Qui secondo me è la mia tappa fondamentale, voglio far sì che sia la mia annata migliore».

MARAN«E’ il primo che ho chiamato. Ho grande stima di lui, so che amarezza si prova. Quando l’ho sentito, gli ho detto: “Rolando, ho sempre nominato il Cagliari come squadra rivelazione, con uno dei centrocampi più forti della Serie A. Non so cosa sia successo”».

GIULINI«Ci conosciamo da tanto. E’ stato un impatto in cui devo ridare entusiasmo anche a lui, riportando la squadra dove Maran l’aveva portata. Lui è amareggiato per il periodo, ma questo è un campionato nuovo. In 13 partite dobbiam dare tutto quello che abbiamo».