Amauri: «Palermo un amore indimenticabile. Alla Juve sei al top, ma…»

Iscriviti
amauri
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex calciatore Amauri ha ripercorso la sua carriera, parlando delle squadre che lo hanno ospitato: le sue parole

Ai microfoni di Gianluca Di Marzio, Amauri ha ripercorso la sua carriera: le parole dell’ex attaccante.

EX COMPAGNI – «Cassano faceva morire dal ridere, Hubner era un animale, fumava ma si allenava benissimo ed è diventato capocannoniere. Maxi Lopez era quello che voleva tagliare i capelli ai giocatori della Primavera, poi mi hanno messo in mezzo e alla fine è passato il messaggio che fossi io».

PALERMO – «Col Palermo un amore indimenticabile, una volta dopo una tripletta sono andato a mangiare a un ristorante e sembrava che ci fosse la gente che era prima allo stadio. Hanno dovuto fare i cordoni per farmi passare, mi sentivo il giocatore più forte al mondo, è stato il giorno più bello della mia vita».

JUVE – «Quando sei alla Juve sei al top, al di là del momento che non era il massimo per la storia della squadra. Sapere di dover andare via al Parma che lottava per la salvezza è stata una sfida difficile da accettare, ma ho fatto di tutto per salvare il Parma e ci siamo riusciti».