Antonella Leardi: «Noi non conosciamo lucro»

© foto www.imagephotoagency.it

La madre di Ciro Esposito torna sugli striscioni offensivi

La ventinovesima giornata di campionato, disputata sabato scorso, ha visto purtroppo tornare alla ribalta polemiche e contrasti legati alla morte di Ciro Esposito e, in particolare, a quanto accaduto dopo la scomparsa del tifoso del Napoli. In Curva Sud, all’Olimpico, sono infatti stati esposti striscioni offensivi nei confronti di Antonella Leardi, madre dello stesso Esposito, e la risposta della Leardi non ha tardato ad arrivare.

ANDARE AVANTI – Anche ai microfoni del Processo del Lunedì, su Rai Sport, la madre di Ciro ha espresso il proprio pensiero sull’accaduto: «Il libro? I proventi andranno all’associazione Ciro Vive e a vari ospedali e progetti, la parola lucro non la conosciamo. Abbiamo fatto sacrifici per i nostri figli, io vado avanti». La Leardi si è espressa anche su possibili nuovi episodi, simili a quelli di sabato: «Avevo già ricevuto insulti su Facebook, mi erano familiari. Napoli-Lazio? Spero che non venga offeso nessuno e che si risponda col silenzio».