Connettiti con noi

Atalanta News

Atalanta, Gasperini: «Partita rovinata. Non dico niente o la UEFA mi butta fuori»

Redazione

Pubblicato

su

Gasperini

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta subita in Champions League contro il Real Madrid: le sue parole

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta subita in Champions League contro il Real Madrid.

PRESTAZIONE – «La partita è stata rovinata. Non saprei che risultato potesse uscire, abbiamo dovuto difendere, peccato il gol nel finale. L’episodio è eccessivo. Basta vincere a Madrid, siamo in una botte di ferro. Siamo nella miglior posizione possibile, non possiamo pensare ad altro».

ILICIC – «Eravamo nei minuti finali, si trattava solo di portare il risultato in porto. E invece sulla sostituzione abbiamo preso questo gol di destro da Mendy che è un po’ casuale. Si vede che doveva andare così».

ZAPATA – «Ho parlato con lui prima. Non sembra uno stiramento ma più una contrattura. Peccato perché anche lui aveva trovato una posizione dove è riuscito a partire un paio di volte e dare velocità nella zona di Casemiro. Poteva essere una buona soluzione finché eravamo freschi».

SFOGO – «C’è la tentazione di togliere ogni forma di contrasto. Questo è un suicidio del calcio. Ho preso una mega squalifica, non dico niente sennò la UEFA mi butta fuori per due mesi, ma questo è un suicidio del calcio. Non possiamo avere arbitri che non distinguono un fallo da un contrasto. Si parla di quanto è un contatto, una trattenuta. Se non capiscono questo facciano un altro mestiere: non è la scienza dei missili, non bisogna essere ingegneri della Nasa per capire questa roba. Gli arbitri sono una componente importantissima, poi hanno i mezzi televisivi. Hanno tutto e di più: ma neanche di fronte alle immagini riescono, ma vale anche per il nostro campionato. Questa sera si è giocato di più, nel nostro campionato ci sono 100 falli».

Advertisement