Connettiti con noi

Serie B

Bari – Palermo: una vittoria per il primato

Pubblicato

su

posavec palermo

Le due squadre hanno la possibilità vincendo di portarsi in testa alla classifica

Bari – Palermo: Il match più importante della giornata di Serie B si giocherà domani alle 17 e 30, mettendo di fronte galletti e siciliani. Le due squadre, appaiate a 29 punti, possono con una vittoria portarsi al primo posto in classifica, mentre un pareggio darebbe il primato in classifica ad entrambe ma a pari punti con Frosinone e Parma. Insomma, per Bari e Palermo vincere significherebbe mettere la freccia in classifica e portarsi a due punti di vantaggio sulle inseguitrici.

La condizione del Bari: I padroni di casa sono reduci dalle tre sberle, ricevute in Liguria dalla Virtus Entella, ma in precedenza avevano ottenuto tre vittorie consecutive con Pescara, Novara e Foggia. La squadra di Fabio Grosso dovrà far a meno di Micai, squalificato, e degli infortunati Morleo, Anderson e Tonucci. Visti gli indisponibili, presumibilmente Grosso tornerà alla difesa a tre, utilizzata per l’ultima volta contro la Salernitana (la partita finì 2-2, ndr), e archiviata nell’ultimo mese a favore di una difesa a quattro che garantisce più solidità. Gli uomini davanti al portiere De Lucia, dovrebbero essere Marrone, il romanista Gyomber e Capradossi, con quest’ultimo in ballottaggio con Cassani. Il dubbio più importante per Grosso riguarda però il centrocampo: l’idea che prevale al momento sono i cinque uomini alle spalle delle due punte, Cissé e Galano. Il motivo essenziale è che, rinunciando alla difesa a quattro, a favore di una maggiore spinta offensiva, si cercherà di dare più densità al centrocampo, in virtù dei numerosi duelli che riguarderanno quella zona. L’assenza del già citato Anderson si farà sentire, e a sostituirlo verrà chiamato Sabelli, classe 93′ ed ex Roma, sicuramente più difensivo dell’olandese.

Lo schieramento dei siciliani: Le indiscrezioni della vigilia parlano di un 3-5-2 anche per i siciliani, che ci hanno però abituati nelle ultime settimane ad un 3-5-1-1 con un’unica punta di ruolo. La novità dovrebbe essere la presenza di Embalo come falso nueve al fianco di Trajkovski. Il guineano è abituato a giocare in una posizione più esterna, dove può approfittare al meglio della sua velocità, ma le pesanti assenze dovrebbero costringere Tedino ad accentrarlo. Gli assenti più importanti per il Palermo sono Chochev, Balogh, Monachello, Morganella e Nestorovski, tutti fuori per infortunio.

L’ago della bilancia: Come già anticipato, sarà un match che si giocherà principalmente al centrocampo e da qui viene la scelta dei due tecnici di puntare sui cinque uomini in quel reparto. La novità sarà soprattutto per Grosso che cercherà di non lasciare il pallino del gioco ai siciliani. Le armi in più per il Palermo saranno l’esterno Rispoli e le sue galoppate sulla fascia e sicuramente Coronado, che partirà da una posizione più arretrata, ma sarà solo la posizione di partenza per un giocatore molto offensivo e propenso a cercare il gol. Per contrastare la tecnica del Palermo, il Bari punterà sull’esperienza di Basha e sui gol di Galano, che sta garantendo un ottimo rendimento in termini di reti. Ancora una volta, l’assenza del trequartista nel modulo porterà i galletti a rinunciare a Brienza, tra l’altro grande ex dell’incontro, che potrebbe però essere l'”asso nella manica” di Grosso durante il match.

BARI (3-5-2): De Lucia, Cassani, Marrone, Gyomber, Sabelli, Tello, Basha, Busellato, Improta, Galano, Cissé

PALERMO (3-5-2): Posavec, Cionek, Bellusci, Struna, Rispoli, Dawidowicz, Gnahoré, Coronado, Alesaami, Embalo, Trajkovski