Basha: «Torino? Speravo nel rinnovo»

© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista saluta il club granata: «Italia, Turchia o Germania»

Dopo quattro stagioni Migjen Basha saluta il Torino. Se ne va con il sorriso il centrocampista, che ha vissuto la cavalcata granata dalla promozione, alla salvezza e alla qualificazione in Europa League. Nella passata stagione il calciatore albanese ha trovato poco spazio per via di un infortunio al piede, ma il bilancio resta positivo: «Ho trascorso stagioni sempre positive. Conserverò per sempre Torino e il Toro nel cuore», ha dichiarato Basha a Tuttosport, dove ha parlato anche del mancato rinnovo del contratto: «Ci speravo ma avevo capito che sarebbe finita la mia era. Dopo aver recuperato dall’infortunio ho avuto la possibilità di giocare per la contemporanea assenza di Gazzi e Vives ma era nell’aria che non avrei prolungato. Ci sta, nel calcio come nella vita tutto ha un inizio e una fine». 

IL FUTURO – Nulla di concreto al momento per Basha, oggetto però di diversi contatti: «Tra un po’ iniziano i ritiri, è vero, ma il mercato non è ancora proprio decollato. Io sono qui da voi da 10 anni dove mi trovo bene ma se si presentassero offerte concrete anche da altri campionati mi stimolerebbe, magari la Turchia o la Germania. Vediamo, sono aperto a qualsiasi esperienza». 

LA RICETTA – Infine, ha lanciato il Torino verso il ritorno in Europa: «Il club non ha bisogno di vendere per fare cassa e mettere a posto il bilancio. Chiaro che un difensore come Glik che segna 8 gol diventa corteggiato. Leggo che il Toro cerca un regista ma io dico che se andiamo a vedere il contributo che ha dato Gazzi tutto l’anno è giusto confermarlo in quel ruolo. Se i big dovessero restare, con gli acquisti già fatti, io dico che potrebbe tornare in Europa League, soprattutto se i nuovi entreranno subito nella mentalità del gruppo granata. Attacco? Se la filosofia è quella di andare sugli emergenti sicuramente Belotti è uno che potrebbe fare bene nel Toro».