Bernardeschi: «Voglio un trofeo con la Fiorentina»

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

La Fiorentina si appresta a giocare contro la Juventus, inoltre è impegnata sul calciomercato: minimo comun denominatore è sempre lui, Federico Bernardeschi

A inizio stagione Paulo Sousa disse che Federico Bernardeschi era un po’ confuso ma poi i due si sono spiegati e il tecnico aveva ragione, come afferma oggi il talento della Fiorentina. All’epoca il trequartista veniva dall’Europeo, che reputa un’esperienza pazzesca, e non si sentiva troppo concentrato. Adesso invece è sugli scudi, anche Roberto Baggio lo ha acclamato e il giocatore apuano non sembra nemmeno volerci credere. Oltre al Divin Codino anche Giancarlo Antognoni ha speso belle parole, e il dieci gigliato gongola parecchio di fronte a tanti elogi: «Baggio il più forte di sempre, Antognoni è sinonimo di eleganza assoluta e naturale». Bernardeschi è cresciuto come un predestinato, sa che la sua provenienza “operaia” gli può dare una mano a rispettare le regole del sacrificio, ma è anche dell’idea che non avere talento è triste, però averlo e sprecarlo è ancora peggio. Adesso il rapporto con Sousa com’è? Berna risponde: «Mi ha detto quattro parole, “io credo in te”, non le dimenticherò mai. Juventus? Ci stiamo preparando, vogliamo sorprenderli anche se sono più forti». Per la Fiorentina potrebbe essere una gallina dalle uova d’oro sul calciomercato ma lui non ci pensa, vuole solo dare tutto e essere lucido, una situazione che magari un anno fa non si sarebbe verificata. Per il futuro invece Bernardeschi ha le idee chiare e a La Repubblica chiude così: «Voglio alzare un trofeo, ci proveremo. Ci proverò».