Bologna, conferenza Mihajlovic: «Troppa differenza tra un arbitro e un altro»

Iscriviti
Mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Sinisa Mihajlovic in conferenza stampa è tornato sul tema degli arbitri ed ha parlato anche della sua relazione con Mattia Destro

Il tecnico del Bologna Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Genoa. Queste le sue parole raccolte da TuttoBolognaWeb.

UDINESE – «Fino a che eravamo undici contro undici non c’era stata partita, penso che avremmo vinto – ha affermato – In dieci abbiamo sofferto e alla fine il pareggio è giusto, mi rode perché abbiamo preso gol a due minuti dalla fine. Ho parlato con i ragazzi, ho fatto loro i complimenti ma dobbiamo migliorare su alcune cose, perché giocare in dieci non significa difendersi solamente».

ARBITRI – «C’è troppa differenza tra un arbitro e un altro. Chiedo uniformità e anche gestione psicologica più che disciplinare. Serve capire i momenti della gara e non solo ammonire, a ogni fallo è ammonizione. Non siamo picchiatori».

VIGNATO TITOLARE – «Io sono di parola, nel bene e nel male. De Silvestri non credo che riusciremo a recuperarlo».

DESTRO  – «Ho visto che Destro fa gol, mi fa piacere perché è un bravo ragazzo. Negli anni precedenti non ha fatto quello che doveva fare, quando sono arrivato voleva fare bene ma non era pronto. Gli allenamenti sono intensi, lui aveva voglia ma si fermava spesso per qualche problemino. Io ero convinto che lui potesse fare bene, ma purtroppo non è andata». 

SOUMAORO –«Lo abbiamo preso perché è andato via Denswil, è un cambio numerico. E’ un giocatore che avevamo seguito anche prima, ha fatto bene in passato ma ha giocato poco. Come gerarchie parte dov’era Denswil, dietro anche Paz, poi vediamo come starà e quanto tempo gli ci vorrà per abituarsi al nostro tipo di gioco».