Connettiti con noi

Borussia Dortmund

Borussia Dortmund Schalke 04: come Brandt ha fatto la differenza

Avatar

Pubblicato

su

Brandt

Brandt ha illuminato il Borussia Dortmund nel trionfo contro lo Schalke 04. L’ex Bayer si è mosso a tutto campo

Il protagonista della vittoria del Borussia Dortmund è stato senza dubbio Julian Brandt: ha effettuato due assist, tre passaggi chiave ed è entrato in tutte le azioni dei gol con giocate decisive. I gialloneri hanno costantemente creato superiorità numerica tra le linee, con il 532/541 dello Schalke che si faceva bucare, soprattutto al centro. La difesa non accorciava, c’era quindi tanto spazio tra difesa e mediana.

Brandt, nominalmente, giocava insieme ad Hazard come trequartista alle spalle di Haaland. In pratica, svariava a tutto campo, non dando mai punti di riferimento agli avversari. Aveva sempre la lucidità di alzare la testa per effettuare la giocata migliore, servendo il compagno con i tempi giusti e dando costantemente una soluzione di passaggio. Ne è un esempio il gol del 2-0. Dopo aver costretto il portiere al rinvio, il BVB recupera palla nella metà campo avversaria: la palla arriva a Brandt che, temporeggiando, aspetta la sovrapposizione di Guerreiro, premiandolo poi con un passaggio perfetto che premia la sua corsa.

Inoltre, i suoi movimenti senza palla consentivano di portare fuori posizione gli avversari, creando così spazi per i giocatori del Dortmund. Ciò è avvenuto  nel gol di Haaland: Brandt fa uscire Nastasic su di lui, con Hazard che si butta in profondità approfittando del buco creatosi.

Schalke 04 molto perforabile sul proprio lato sinistro. Nastasic si stacca dalla linea per inseguire Brandt, ma in tal modo si crea lo spazio per Hazard

Si muoveva tanto in verticale quanto in orizzontale, per potersi associare con i compagni e consentire loro di aggredire la profondità. Un esempio della sua libertà tattica la troviamo nella slide sotto: arretra in una posizione da mediano, per supportare Delaney e Dahoud. Guerreiro è bravo a compensare il suo movimento a venire incontro: il quinto portoghese, infatti, entra dentro al campo, ricoprendo momentaneamente la posizione da trequartista. Un’azione che fotografa bene il BVB di Favre.

I gialloneri si distinguono per continui fraseggi sul breve e rotazioni posizionali, con i giocatori in costante movimento su tutto il fronte d’attacco. Hanno grande libertà di svariare, nella speranza che – tramite continue combinazioni in velocità – prima o poi trovino lo spunto vincente. Brandt si esalta in questa estrema fluidità, soprattutto quando agisce da trequartista, poiché ha più libertà di movimento (spesso invece gli tocca fare il mediano, ruolo in cui è costretto a restare più bloccato)

Insomma, nonostante mancassero una quantità enorme di titolari (tra cui Witsel, Emre Can, Sancho e Reus), il Borussia Dortmund ha centrato una vittoria piuttosto netta, trascinato da un grandissimo Brandt. Vedremo che scelte farà Favre quando l’infermeria si svuoterà.

Advertisement