Botti finali: tutti i segreti delle ultime 72 ore

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il mercato si infiamma, in poche ore lo scenario è cambiato su più versanti e gli ultimi tre giorni di trattative si prospettano interessanti e da vivere sino in fondo.  A partire dal Milan, in direzione Manchester per chiudere il colpo di gennaio: Mario Balotelli.
La differenza tra domanda ed offerta è minima, le sensazioni sono positive e l’affare ha buoni margini di chiusura. E’ importante esser chiari e non è certo un mistero il malumore di Supermario, ai titoli di coda in Inghilterra e pronto al ritorno in Italia. Milanello sembra l’unica soluzione per salvare la carriera del talento ex Lumezzane, oramai giunto all’ultima spiaggia di un’avventura che lo ha visto protagonista più per errori fuori dal campo che per belle giocate nel rettangolo verde. Diciamolo sinceramente: il Milan, con un acquisto simile, corre parecchi rischi. Balotelli è un’incognita, c’è poco che possa farlo cambiare e se le prestazioni non lo aiuteranno il flop sarà servito. I rossoneri ci hanno riflettuto, il numero 45 del City non era la prima scelta: il ritorno di Kakà era più suggestivo, i noti problemi fiscali impediscono (o rimandano) un’operazione del genere. E in assenza di grosse alternative, con Drogba sfumato per il Galatasaray, ed un colpo necessariamente da portare a termine, Balotelli rappresenta l’identikit di Galliani, le cui percentuali risultano indicative: tra mercoledì e giovedi dovrebbe ufficializzarsi il tutto e Allegri potrà disporre di un altro potenziale talento, ancora non espresso totalmente.
Tra i talenti già espressi in casa rossonera, invece, c’è Stephan El Shaaraawy, 15 gol in campionato e tante giocate che hanno lanciato la rinascita di Boateng & Co. A provarci è il Napoli, l’idea è di apparecchiare per giugno la tavola per una situazione che a Milano non sembrano nemmeno voler prendere in considerazione, nonostante i trenta milioni messi sul piatto dai partenopei. L’offerta di De Laurentiis è frutto di un guadagno, quello che deriverà dalla cessione oramai certa di Edinson Cavani a giugno. E’ una trattativa che vi raccontiamo da tempo, le conferme arrivano giorno dopo giorno con il City oramai pronto a far follie per il bomber uruguagio. Il progetto giovani è nel mirino degli azzurri, che dovranno, poi, vagliare il futuro del proprio tecnico Walter Mazzarri, in attesa di una decisione per la prossima stagione. Chiusura con il mercato attuale, il colpo Anelka in casa Juventus non è totalmente da sottovalutare: il campione transalpino ha voglia di rimettersi in gioco dopo un’esperienza tutt’altro che esaltante in Cina, il trasferimento ponte può permettere all’attaccante di rimettersi in gioco. L’Inter, intanto, cede Coutinho e si prepara all’assalto per Paulinho, il rischio è quello di un ulteriore rinvio. Tante idee, il mercato che si infiamma. Tre giorni per la verità. Il gong è vicino, inizia il conto alla rovescia.