Candreva non ci sta: «Mi fischiano? Solo perché rischio»

antonio candreva
© foto www.imagephotoagency.it

L’esterno dell’Inter, Antonio Candreva, ha parlato così del momento dell’Inter e dei fischi ricevuti da San Siro

Antonio Candreva, esterno dell’Inter, presente all’evento “Amico dei Bambini…Un Esempio per Loro”, ha analizzato il momento della squadra nerazzurra: «Abbiamo avuto due mesi di difficoltà, è inutile negarlo. Abbiamo perso con l’Udinese in casa dove meritavamo di vincere, poi ci è mancata autostima. Successivamente siamo usciti sconfitti anche contro il Sassuolo, e da lì in poi il rendimento è stato negativo. Per fortuna, però, anche le altre stanno andando piano. La Champions League? Dipende solo da noi».
L’esterno nerazzurro continua: «Io fischiato dal pubblico? Accade perché rischio, non voglio mai fare il compitino. Provo le giocate difficile, fa parte di me. E’ il mio modo di aiutare la squadra. L’eliminazione della Nazionale? Non ce lo aspettavamo. E’ stato un lutto sportivo, un danno per il nostro paese. Nessuno lo avrebbe mai immaginato: abbiamo fatto una figuraccia, ma bisogna guardare al futuro».