Connettiti con noi

Inter News

Cassano conferma: «Alla Juventus soldatini, Schick meglio di Dybala»

Michele Ruotolo

Pubblicato

su

cassano pirlo quagliarella inter-juventus

Cassano non perde il gusto della provocazione. L’ex attaccante della Sampdoria, intervistato oggi, attacca ancora la Juventus su una vecchia polemica, poi pronostica: «Lo Scudetto per me lo vince l’Inter»

Se cercate banalità, non bussate mai alla porta di Antonio Cassano, uno di quelli che parla (e spesso straparla) assumendosi però sempre la responsabilità di ciò che dice. Nemmeno questa volta, nel corso di una lunga intervista concessa a La Gazzetta dello Sport (leggi anche: Cassano spiega il futuro: «So dove vorrei andare») Fantantonio è rimasto sull’ovvio. Di più, le parole dell’ex attaccante della Sampdoria, reduce dalla brevissima esperienza all’Hellas Verona, solleticheranno di sicuro ancora una volta la polemica. Si parte, per esempio, dalla Juventus e dall’addio di Leonardo Bonucci e Dani Alves in estate ai bianconeri… «Bonucci è diventato forte grazie ad Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini. Piuttosto è grave la partenza di Dani Alves. Ha detto che lo spogliatoio Juve era triste, evidentemente non mi sbagliavo quando dissi che alla Juve erano dei soldatini», le parole di Cassano riferite ad una vecchissima polemica.

https://www.instagram.com/p/BXWVL12Hpfx/?taken-by=carolinamarcialis

L’ex fantasista della Nazionale però sa come picchiare duro (a parole) e, parlando di Scudetto, pronostica: «Chi lo vince? Dico Inter davanti a Juventus e Napoli. L’Inter ha fatto un mercato intelligente e non aveva bisogno di Walter Sabatini. Milan Skriniar è un fenomeno, mi bastarono pochi allenamenti alla Sampdoria per capirlo. Lui, Borja Valero e Matias Vecino sono colpi di Piero Ausilio». I nerazzurri vorrebbero anche un altro suo ex compagno, Patrick Schick, che Cassano l’anno scorso aveva intravisto in blucerchiato. Anche questa può essere una scusa per affondare il colpo alla Juve: «Tiferò Inter e credo vincerà. In panchina l’Inter quest’anno ha un genio: Luciano Spalletti. Lui può battere la Juventus che è sempre la più forte. In nerazzurro ho giocato solo un anno ma sono rimasto interista dentro. Mauro Icardi o Edin Dzeko? Dzeko gioca a calcio e segna, Icardi lavora poco per la squadra. Schick? È più forte di Paulo Dybala e per le sue caratteristiche gli consiglio di andare all’Inter». Antonio Cassano ne ha sparata un’altra…

Advertisement