Champions 2020/2021: premi per le squadre dimezzati a causa del Covid-19

© foto www.imagephotoagency.it

Oggi si alzerà il sipario sulla Champions League 2020/2021: i premi per le squadre, però, saranno dimezzati

Oggi si alzerà il sipario sulla Champions League 2020/2021 con il sorteggio dei gironi a Ginevra. Champions che quest’anno meno ricca del solito per le squadre che parteciperanno.

La Gazzetta dello Sport spiega che i premi della Champions saranno “tagliati” per le minori entrate dai diritti tv: circa 450 milioni sui 2 miliardi destinati ai club, quasi il 25%. Non subito però: la perdita sarà divisa in 5 anni, cominciando da questo. Cifre vicine a quanto denunciato dal presidente Eca, Andrea Agnelli, che ha parlato di 575 milioni, compresa l’Europa League.

E tutto questo succede nell’ultima stagione con due coppe: dalla prossima si torna a tre, con l’aggiunta della Conference League (alla quale si qualifica la 6a o la 7a della A in corso). Tre tornei tutti da 32 squadre. Proseguono le discussioni sulla nuova Champions, dal 2024, e si studia un fair play post-Covid, più sostenibile per i club. Saranno anni duri anche per il calcio.