Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Tudor: «Vogliamo imporci anche a Napoli»

Pubblicato

su

Igor Tudor, allenatore del Verona, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Napoli

In conferenza stampa, Igor Tudor ha parlato in vista di Napoli-Verona.

NAPOLI – «Sarà una partita difficile contro una delle favorite per lo Scudetto insieme al Milan. E’ una squadra che ha giocatori forti ed un allenatore che ha dimostrato di essere tra i più bravi. Vogliamo fare bene e provare ad imporci anche in casa loro».

LAVORO – «Avere cinque cambi ha cambiato anche il ruolo di chi sta in panchina. Loro hanno una rosa importante, meritano questa posizione in classifica. Questo ci dà motivazioni, tensione, ma è bello. Cerco di trasmettere la motivazione di andar là a fare bene. Oltre a difendere bene dobbiamo fargli male con i nostri giocatori offensivi, non stare soltanto dietro ad aspettarli. Difficile affascinare un tifoso senza attaccare, ma è giusto così».

OSIMHEN – «Anche se si tratta di un giocatore forte nell’attacco agli spazi, penso che i nostri difensori siano bravi. Io sono fiducioso, come lo ero prima di tutte le partite che abbiamo fatto. Sono fiducioso che la mia difesa possa ripetersi anche domani».

GESTIRE L’ ENTUSIASMO – «È una bella domanda. Per come vedo il calcio, lunedì già non mi ricordavo più della partita con la Juve. Sembra passato un mese, abbiamo pensato subito al Napoli. È bello perché dà fiducia, poi sta a loro portare nella direzione giusta questo entusiasmo. Penso di avere un gruppo sveglio, in grado di sfruttare questa cosa nel modo giusto. Se non vivi il calcio sempre a mille allora ci sono dei problemi».

FASE DIFENSIVA – «Sabato siamo stati più solidi, con più raddoppi. Spero di confermare questo trend anche domani, perché davanti la qualità che abbiamo ci consente di creare sempre qualcosa, non concedere dietro diventa fondamentale».

ILIC – «Speravo di poterlo avere, ma il probelma alla caviglia si è dimostrato una cosa complicata e io lo so bene perché ho smesso per problemi alla caviglia. Non sarà convocato».

FRABOTTA – «Frabotta si è operato, ci dicono che tornerà tra due mesi. Io spero anche prima».

KOULIBALY – «Siamo contenti non ci sia. E’ un difensore forte per la leadership che ha».

Advertisement

Facebook

Advertisement