Conte lancia l’allarme: «Troppi rossi contro il mio Chelsea, è molto strano»

conte chelsea
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la sconfitta all’esordio in Premier League, Antonio Conte si interroga sull’operato degli arbitri che hanno espulso diversi giocatori del Chelsea nelle ultime partite

Non è un momento sereno al Chelsea per Antonio Conte. Da una parte il fastidio derivato da un mercato non all’altezza delle sue aspettative, dall’altra la volontà di capire se le espulsioni rimediate negli ultimi impegni contro Arsenal e Burnley sono soltanto frutto del caso. Parlando al sito ufficiale dei Blues, Conte non ha nascosto una nota polemica: «Penso sia giusto capire fino in fondo se ci siano state colpe da parte dei giocatori ma, che gli arbitri abbiano preso decisioni giuste o meno, è molto strano: nelle ultime tre partite abbiamo chiuso due volte in dieci e una in nove. Penso sia un record, non credo che in passato sia successo qualcosa del genere».

Il problema imminente, per il manager italiano, si chiama Tottenham. Per il derby di Londra, in programma domenica, mancheranno per squalifica Cahill e Fabregas. Conte, però, non accetta scuse: «Dispiace che non ci siano ma abbiamo una settimana per provare a trovare le giuste soluzioni. Sarà una partita durissima ma dobbiamo essere pronti e mostrare la stessa voglia e lo stesso desiderio di lottare visto nel secondo tempo contro il Burnley. Solo che stavolta dovremo farlo dall’inizio. Farò vedere ai ragazzi cosa abbiamo fatto bene e cosa no e lavoreremo ancora per cercare di migliorare ed evitare di ripetere certi errori, preparandoci nel giusto modo verso la sfida col Tottenham. È importante non chiudere gli occhi, concentrarci sugli errori e cercare di lavorare per migliorare. Dobbiamo dare tutto e tirare fuori il 120% da ognuno di noi».