Cristiano Ronaldo, guai con il fisco. Rischia fino a 12 mesi di reclusione

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo il ‘caso Messi’ problemi fiscali anche per l’altra stella del calcio mondiale. Nel mirino le entrate legate ai diritti di immagine del periodo 2011-2013

Non c’è pace per le superstar del campionato spagnolo, in particolare per i due giocatori copertina del calcio mondiale. Solo ieri era stata confermata la condanna a 21 mesi di carcere ai danni di Lionel Messi (anche se ovviamente il fenomeno del Barca non finirà dietro le sbarre vista la pena inferiore ai due anni) per frode fiscale; oggi invece a diventare suo malgrado protagonista della cronaca è Cristiano Rolando, concentrato come tutto il Real Madrid nel preparare la finale di Champions League contro la Juventus. Come riferisce Cadena COPE infatti CR7 è finito nel mirino del fisco spagnolo, che gli imputa una frode fiscale da oltre 8 milioni di euro. Cristiano Ronaldo non avrebbe infatti dichiarato in maniera corretta le entrate legate ai propri diritti di immagine nel periodo tra il 2011 e il 2013.

CRISTIANO RONALDO RISCHIA IL CARCERE – A quanto risulta però il campione portoghese aveva tentato di rimediare alla situazione prima che la Agencia Tributaria iniziasse ad indagare, per cui il ‘dibattito’, se così si può definire, riguarda la derubricazione del fatto da reato ad illecito amministrativo. La differenza non è di poco conto visto che nel caso dell’illecito il 4 volte pallone d’oro se la caverebbe con una multa da 8 milioni di euro (la cifra evasa) più una sanzione corrispondente, mentre nel caso si configurasse l’ipotesi del reato Cristiano Ronaldo arriverebbe a rischiare addirittura una pena detentiva pari a 4 mesi per ogni anno in cui si sarebbe verificata questa frode per un totale di 12 mesi di reclusione. Il giudice che ha per le mani l’indagine dovrà cercare di evitare che il primo anno di indagini cada in prescrizione, la scadenza è il 30 giugno, e verosimilmente chiamerà a testimoniare proprio Ronaldo. Di certo non è questo il modo in cui la stella della Casablanca sperava di preparare la sfida di Cardiff che potrebbe portare lui e il Real sul trono d’Europa per il secondo anno di fila.