Diamanti si presenta: «Fiorentina, una bellissima sfida. Gomez…»

© foto www.imagephotoagency.it

Il trequartista: «La mia carriera è stata strana, adesso arrivo in una big»

«Il Diamanti migliore si è visto negli ultimi 4-5 anni, anche quando sono andato in Premier League e ho fatto otto gol in una squadra normale. Certo, quando non hai il nome… A Brescia ho fatto bene, una grande stagione, ma siamo retrocessi. Poi, a Bologna, ho avuto il massimo del rendimento, anche come continuità». Alessandro Diamanti, nuovo acquisto della Fiorentina, è stato presentato ufficialmente oggi: «Critiche dai miei amici bolognesi? Sono amici, per l’appunto,  e restano tali che io giochi a Firenze, a Torino o a Bologna. Lì ho fatto molto e dato tanto, come loro hanno dato tanto a me. Ma sono un giocatore professionista e poi ci sono tante cose che i tifosi non sanno… E non sapranno».

SFIDA – Per Diamanti, dunque, inizia una nuova sfida: «Son tornato in Italia a metà novembre e sapevo che la Fiorentina era un’opzione molto valida per me. Sono molto carico, inizia una nuova sfida, anche se la mia carriera è stata parecchio strana. Ritorno? Sì, anche se ho giocato solo due partite in C2. Ma adesso è un onore tornare qui. Potevo già andare due anni fa in una grande squadra, ma era una sfida che non mi piaceva, perché a Bologna stavo bene. Adesso ci sono».

CONDIZIONE FISICA – Dopo settimana di allenamento da solo, Diamanti è pronto a tornare in campo: «Sto bene, mi sento al massimo, anche se mi manca il ritmo partita. La Fiorentina è una squadra che può vincere contro tutti, questo dev’essere il nostro obiettivo. La piazza la conosco bene, lavorerò a testa bassa e con grande entusiasmo. Gomez? Non mi piace parlare dei singoli, ma i momenti di difficoltà li passano tutti. Lui, però, essendo un campione, può superarli facilmente rispetto agli altri».