Empoli-Frosinone: gli errori da horror degli ospiti

di gaudio frosinone-carpi
© foto www.imagephotoagency.it

Incredulità e stupore per il risultato finale del Castellani

Empoli – Frosinone 3-3 (16′, 33′ Ciano, 47′ Dionisi, 54′ aut. Bardi, 90’+2, 90’+4 Caputo)

Empoli (3-5-2): Provedel, Di Lorenzo, Simic, Veseli, Untersee, Lollo, Castagnetti, Krunic, Seck, Caputo, Donnarumma
Frosinone (3-4-1-2): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Krajnc, M. Ciofani, Gori, Maiello, Beghetto, Ciano, D. Ciofani, Dionisi

Migliore in campo CalcioNews24: Caputo (Empoli)

La cronaca: Il Frosinone ha letteralmente buttato una vittoria confezionata tra il primo tempo e l’inizio della ripresa, in una partita che sembrava essere già in archivio sul risultato di 3 a 0. Basta partire dal fatto che il primo tempo, tranne che per la botta di Donnarumma su cui Bardi si è superato nel finale, il dominio dei ciociari è stato totale. Sono bastati poco più di quindici minuti a Ciano per trovare un gran gol dalla distanza e lo stesso si è poi replicato al 33′ portando il punteggio parziale sul 2 a 0. Nel mezzo c’è però un primo errore clamoroso dei ciociari: sul tiro di Ciofani deviato da Provedel, Ciano si ritrova ad un passo dalla porta completamente vuota ma spara alto sopra la traversa. L’errore è dei più pesanti e col senno di poi il gol avrebbe dato un finale diverso alla partita. Nel secondo tempo, una gran botta dalla distanza di Dionisi, dopo l’apertura splendida di Gori, fredda per la terza volta Provedel, portando il punteggio sul 3 a 0. Da qui in avanti, quando le speranze sembravano ormai minime, la reazione dei toscani è stata epica. Al 54′ il colpo di testa di Di Lorenzo si stampa sul palo e poi entra in porta dopo aver colpito la spalla di Bardi. L’Empoli accorcia così le distanze e prova ad alzare il ritmo dopo aver trovato il gol. Così, proprio nei minuti di recupero, con gli ospiti già pronti ad esultare, Caputo si inventa due reti che valgono il pareggio: la prima una zampata da attaccante vero su assist di Krunic, la seconda una mezza rovesciata su cui Bardi non può nulla. Insomma, la serata dei ciociari è rovinata da due colossali dormite difensive che tolgono una vittoria meritata. I ciociari agganciano così il primo posto a 26 punti ma con una partita in più rispetto a Bari e Parma e tanta delusione per quello che poteva essere e non è stato.

Longo (Frosinone):“Andiamo avanti con le cose positive che abbiamo messo in campo oggi. Quando subisci una parziale rimonta dal 3 a 0 al 3 a 2 entra in gioco quel pizzico ansia che non ti permettere di rimanere concentrato. Mi sento di difendere i miei ragazzi”