Connettiti con noi

Calciomercato

Parma, Faggiano: «Ho bloccato uno straniero. Su Kulusevski…»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

genoa

Daniele Faggiano, direttore sportivo del Parma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport del prossimo calciomercato. Le sue parole

Daniele Faggiano  a Sky Sport facendo il punto sul prossimo calciomercato e su alcune situazioni in casa Parma. Queste le parole del direttore sportivo gialloblù.

MERCATO PIU’ LUNGO – «Dipende da come si prende. Inutile adesso parlare di date e periodi, quando ancora non si conoscono le sorti del campionato. Prima certezze sulla Serie A, poi valutare se i calciatori in scadenza potranno restare con noi. Kulusevski, Regini, Radu… Giocatori che non vanno convinti, bensì contano le norme. Servono regole uniformi. Se la Juventus dice a Kulusevski di non giocare più, perché lui dovrebbe giocare?».

FUTURO SERIE A – «Si è parlato di un campionato a 18 squadre, ora sento 22. Ogni anno si discute che il calciomercato è troppo lungo, ora si parla addirittura di quattro mesi. Vogliamo sentire dire cosa giuste».

LAVORO DURANTE IL CORONAVIRUS – «Manca il rapporto umano con squadra, allenatori e procuratori. In questo periodo vedo tante partite e mi aggiorno continuamente col mio staff. Seguiamo giocatori sconosciuti o talenti che devono rilanciarsi».

FUTURO SERIE A – «Cambieranno i progetti e i piani, bisogna inventarsi qualcosa costruendo squadre in base a bilanci, fortemente penalizzati dal Coronavirus. Non penso che il calciomercato ora sia un problema. Adesso, comunque, è più semplice prendere in prestito da una big, perché usciremo con le ossa rotte. Mi auguro ci sia più amicizia tra i club per sopravvivere».

TAGLIO STIPENDI – «Togliere soldi non è mai semplice, va dato merito ai calciatori che hanno deciso di tagliare gli stipendi senza spalmarli su più mesi. La squadra ha aiutato la società a respirare».

PARMA – «Costruisco una squadra anziana o giovane unicamente per puntare a un obiettivo. Io faccio ciò che la società mi chiede. Veniamo da due promozioni consecutive, se mi dicono di salvarmi prendo Bruno Alves e Gervinho. Non dobbiamo vendere per forza, perché se retrocediamo…».

GIOCATORI CON INGAGGI ELEVATI – «Non sarà semplice trattenerli. Abbiamo giocatori importanti che sono ambiti dalle big. Penso a Kucka, Kurtic, Darmian…»

PROSSIMO ACQUISTO – «Sto già lavorando al prossimo colpo. Ho bloccato un giocatore straniero, ma attendo di conoscere il bilancio».

Advertisement