Fantacalcio, i consigli: i migliori portieri

© foto www.imagephotoagency.it

Chi punta sui big e chi preferisce alternare: per tutti ci sono i consigli di Calcionews24

FANTACALCIO CONSIGLI PORTIERI – Se in genere l’idea di un’estate passata in spiaggia, alternandosi pigramente tra la sdraio ed il mare, suggerisce immagini di relax e di serenità esiste una particolare categoria di persone che, pure in questo contesto ideale, riesce ad arrovellarsi la mente tra interrogativi inestricabili: riuscirà Conti a prendere meno cartellini? Riuscirò io, stavolta, a non spendere mezzo budget per Pinilla senza motivi apparenti? Il fantallenatore si rovina l’estate, è scritto, e si figura già in testa quelle che saranno le proprie scelte strategiche in sede d’asta: inizia a farlo, in media, al fischio finale del campionato precedente. Inutile dire che i propositi di gloria finiscono inesorabilmente per tradursi in una rosa degna dell’Ancona di Jardel. Nonostante questa inevitabile imprevedibilità di ogni asta del fantacalcio, Calcionews24.com prova a fornire suggerimenti, impressioni e idee in vista del prossimo campionato: iniziando naturalmente dai portieri.

OCCHIO AL REGOLAMENTO – Da sempre un ruolo nevralgico quello dell’estremo difensore, secondo il classico detto per il quale un suo errore risulterebbe più fatale di quelli commessi dai compagni. Le variabili fantacalcistiche nella scelta del portiere sono tante, connesse anche al regolamento delle varie leghe. Naturalmente è rilevante, nella direzione da prendere, la presenza o meno di bonus per la porta inviolata: in tal caso diventa ancor più significativa la statistica dei gol subiti rispetto, magari, alla media voto spesso elevata di portieri che, non per colpe loro, raccolgono il pallone in rete più spesso degli altri (portieri validi in caso di modificatore). In questo ruolo più che in altri il discorso relativo all’alternanza può diventare decisivo: esiste una linea di pensiero, una filosofia vera e propria, che come libro sacro adopera la griglia degli incroci. Lo strumento in effetti è utile, così come l’idea di un terzetto di portieri di squadre diverse può risultare intrigante.

COSA DICE LA GRIGLIA – L’utile griglia degli incroci, per la prossima stagione, ci viene incontro e ci dice che le accoppiate più interessanti sono: AtalantaEmpoli, CagliariUdinese, FiorentinaCesena, NapoliPalermo, ParmaSassuolo. Nei casi indicati l’alternanza è perfetta: quando una squadra è in casa l’altra è in trasferta (lo stesso discorso ovviamente vale per Milan-Inter, Roma-Lazio, Juventus-Torino, Chievo-Hellas e Sampdoria-Genoa). Altri abbinamenti molto validi sono: AtalantaJuventus, CagliariCesena, CagliariMilan, CesenaInter, CesenaVerona, ChievoFiorentina, EmpoliTorino, FiorentinaUdinese, InterUdinese, LazioSassuolo, RomaParma. Queste ultime accoppiate prevedono al massimo 4 partite in cui non vi sarà alternanza, risultando quindi sempre molto appetibili. Una soluzione valida, coi tre titolari da alternare, potrebbe essere quella composta da Consigli, Mirante e Bardi sia per un discorso di alternanza che di garanzie offerte in particolare dai primi due (sorprendente, peraltro, il precampionato atalantino in quanto a tenuta difensiva).

VOGLIA DI SICUREZZE – Se l’idea di più portieri titolari da alternare pone troppi patemi e dubbi, con scelte sofferte prima di ogni giornata, è sempre possibile ricorrere a soluzioni più dispendiose. In questo senso Buffon, De Sanctis (data la solidità difensiva portata da Garcia) e Handanovic possono essere gli unici a meritare esborsi davvero importanti. Il discorso Napoli merita un distinguo a causa dell’addio di Reina e della necessità di valutare Rafael come titolare. Da non sottovalutare il viola Neto, spesso snobbato in sede d’asta, tenendo comunque conto di una curiosa statistica: nello scorso campionato i viola hanno avuto la seconda miglior difesa in trasferta ma, a sorpresa, sono stati la quarta peggior difesa nei match casalinghi. Milan e Lazio, per ragioni diverse, rappresentano incognite: Diego Lopez potrebbe andar via a cifre troppo elevate e potrebbe patire una difesa non proprio granitica, Marchetti invece andrà preso necessariamente con Berisha. Se non si vuole puntare sul blocco unico è più che mai valida la soluzione di munirsi del primo portiere di una big col suo secondo, affiancati da un titolare più economico che si alterni con frequenza in base alla griglia. Intrecci più interessanti in tal senso: coppia Inter con Leali o Scuffet, coppia Juventus con Padelli o Consigli, coppia Roma con Perin o Bassi, coppia Fiorentina con Bardi o Leali, coppia Napoli col titolare del Palermo.

GARANZIA E AZZARDO – Considerando fattori come qualità-prezzo, media voto e quantità di gol presi nella scorsa stagione possiamo indicare alcune scelte affidabili in alternativa ai big: Mirante, Padelli, Consigli e Perin sono a tutti gli effetti da suggerire. Più rischioso, invece, ricorrere al veronese Rafael, a Viviano, al portiere del Sassuolo (compreso eventualmente Storari) e a quelli delle neo-promosse: il possibile addio di Sorrentino, a questo punto, rende meno attraente anche l’idea di assicurarsi il titolare rosanero, eventualmente Ujkani. L’arrivo di Zeman a Cagliari rende azzardato, prevedibile dirlo, anche puntare sul prossimo titolare della formazione sarda. Trascurando le reti subite, in ottica modificatore, anche Rafael e Scuffet potrebbero rivelarsi validi per i loro voti spesso alti ma rimane il problema dell’eccessiva perforabilità delle difese, soprattutto nel caso dell’Hellas. Alla luce di quanto suggerito ecco alcune combinazioni consigliate, più o meno realizzabili ovviamente in base al numero di squadre nella vostra lega:

CERTEZZE: Buffon, secondo portiere della Juventus, Consigli o Padelli; Handanovic, Carrizo, Leali o Scuffet; De Sanctis, Skorupski, Bassi.
SCOMMESSE: Neto, Tatarausanu, Leali o Scuffet; Marchetti, Berisha, Consigli o Padelli; Rafael (Napoli), Andujar, titolare del Palermo o Bardi.
LOW COST: Mirante, Consigli e Bardi; Perin, Consigli e Bassi.