Connettiti con noi

Fiorentina News

Fiorentina all’attacco dell’Europa: Italiano ha un’arma nuova

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Fiorentina si è mossa in anticipo rispetto a tutti sul mercato di gennaio assicurandosi il talento del Lille Jonathan Ikonè: adesso i viola non si nascondono e puntano l’Europa

La Fiorentina di Vincenzo Italiano ha chiuso il girone d’andata mettendo in banca ben 32 punti, gli stessi di Roma e Lazio, candidate per il vertice ad inizio stagione dagli addetti ai lavori. Un patrimonio enorme, considerando da dove arrivano i viola e dalle tante difficoltà incontrate semplicemente per salvarsi nelle ultime stagioni. Da quest’estate il vento però è cambiato ed è tornato a sorridere alla Fiorentina, che con l’approdo di Italiano in panchina è tornata ad assaporare bel calcio e alta classifica bruciando le tappe.

IKONÈ – Dal mercato giudicato incompleto a fine agosto, la Fiorentina ha già attinto battendo un colpo da 90. Nelle scorse ore è infatti sbarcato a Firenze Jonathan Ikonè, forte esterno approdato in Serie A dal Lille e pronto a regalare a mister Italiano un tridente atomico, almeno fino a quando Vlahovic onorerà la maglia della Fiorentina. La Fiorentina si è rinforzata proprio lì dove dove doveva e questo è un chiaro segnale di quanto la squadra creda all’Europa, nonostante la ricca concorrenza.

MERCATO – Attenzione però a pensare che il mercato della Fiorentina sia finito. Con Amrabat sul piede di partenza Pradè e company potrebbero studiare qualche soluzione a centrocampo, magari un vice Torreira, visto che il marocchino quando è stato chiamato in causa ha spesso ricoperto quella zolla e con Pulgar a mezzo servizio.

SCAMACCA – Poi resta sempre vivo il capitolo Vlahovic. Il centravanti lascerà la Fiorentina a giugno a meno di colpi di scena clamorosi. In queste ore sta risalendo con prepotenza il nome di Gianluca Scamacca, il centravanti del Sassuolo che piace molto anche a big come Inter e Juventus. Una Fiorentina con ambizioni ritrovate però potrebbe essere una meta gradita per il centravanti a caccia di un salto in alto.