Connettiti con noi

Fiorentina News

Fiorentina, ora la salvezza. Poi De Zerbi o Gattuso?

Pubblicato

su

Il futuro della Fiorentina è oggi, almeno in parte. Con una vittoria a Bologna la squadra di Iachini si taglierebbe praticamente fuori dalla zona retrocessione. Una stagione in cui più volte la Fiorentina si è ritrovata a fare i conti con la paura, complice un’identità di gioco mai trovata, gli avvicendamenti in panchina e troppi giocatori con la testa lontano da Firenze. Tutto ciò ha messo i bastoni tra le ruote alle ambizioni del presidente Rocco Commisso, ancora in cerca di capire i meccanismi italiani sotto diversi punti di vista. Adesso ottenere la salvezza a Firenze, anche se è triste da dire, vale uno scudetto che da altre parti stanno per festeggiare sul serio. Dal prossimo anno serve dare credibilità e un progetto all’altezza della maglia viola.

DE ZERBI E GATTUSO – I tecnici di Sassuolo e Napoli sono i primi due indiziati alla panchina della Fiorentina. Se nelle scorse settimane il nome di Gattuso sembrava il primo della lista viola, con il passare dei giorni – e delle vittorie del Napoli – le cose sono cambiate e Rino ora più che mai nutre il forte consenso dello spogliatoio partenopeo. Nonostante questo De Laurentiis continua a strizzare l’occhio a Spalletti. De Zerbi è l’altro nome che piace, e non poco, alla Fiorentina per lanciare il nuovo corso tecnico. L’allenatore del Sassuolo è però fortemente tentato dalla proposta dello Shakhtar Donetsk, club ideale e perfettamente in linea con i suoi princìpi tecnici. A salvezza piena però si ragiona meglio, i prossimi giorni saranno decisivi per il futuro gigliato.

Advertisement