Garcia: «Salah? Sono a posto così, ma…»

© foto www.imagephotoagency.it

E su Destro: «Conto su di lui per la seconda parte della stagione»

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Palermo, Rudi Garcia ha fatto il punto della situazione in casa Roma e presentato la trasferta siciliana: «A volte un avversario sembra difficile, altre volte facile ed, invece, questo campionato sta dimostrando che si possono perdere e recuperare punti. Nessuna partita è vinta prima, noi dobbiamo seguire la nostra strada. Dobbiamo recuperare i punti persi, andremo a Palermo per questo, per vincere. Manolas? Sta bene, sarà convocato, Torosidis no. Abbiamo molta qualità in rosa, quindi siamo pronti. Affronteremo una squadra con qualità, soprattutto in attacco, è uno dei migliori della A, ma prendono anche tanti gol, quindi dovremo fare la nostra partita con intensità dal primo secondo fino al 95′ per conquistare i tre punti», ha dichiarato l’allenatore giallorosso.

LE SCELTE – Garcia ha poi parlato delle condizioni dei suoi giocatori e delle possibili scelte: «Se facciamo il conto di tutti gli allenamenti di Totti… Destro? E’ un nostro attaccante, mi sono già espresso: è importante, farà dei gol, conto su di lui per la seconda parte della stagione, non ho cambiato idea. Ricerca di equilibrio? Dipende anche dagli avversari che affronti, da tanti parametri, compresi i nostri. Per fortuna non contano solo gli 11 titolari, ma anche gli altri 3 che entrano. Io rifletto anche per essere pronto durante le partite. Dovremo inventare qualcosa a centrocampo considerando le assenze».

MERCATO – «Quando parlo con Destro e lo vedo in allenamento capisco che è al 100%. Maicon? Ha dimostrato di star bene fisicamente, ma va gestito quando si gioca con frequenza. Ma questo è un discorso che vale per tutti… A febbraio ci saranno partite ogni tre giorni, per cui mi servirà tutta la rosa a disposizione. Ci aspetterà una maratona. Mercato? A gennaio si fanno tanti nomi. Salah? Non ho molto da dire, la rosa attuale può andare avanti così se non ci dovessero essere altri infortunati, ad esempio aspetto Castan. Ecco, un infortunio importante potrebbe spingerci a rinforzare la rosa, che è stata costruita per tutto l’anno».