Genoa, Burdisso: «Alla Roma mi hanno detto che…»

© foto www.imagephotoagency.it

GENOA BURDISSO ROMA – Nicolas Burdisso ha voluto rilasciare un’ultima intervista da giocatore della Roma, prima di completare il suo trasferimento al Genoa. Il centrale difensivo argentino, contattato dai colleghi del quotidiano Repubblica, ha ripercorso le cinque stagioni vissute nella Capitale, rivelando anche ciò che gli hanno detto i dirigenti giallorossi prima della separazione, avvenuta ufficialmente nella giornata di ieri.

CHE STAGIONI – «Mi porterò sempre dietro i cinque derby vinti di fila – ha esordito Burdisso – . Quasi come uno scudetto. E poi, la cavalcata nel mio primo anno, quando abbiamo sfiorato il titolo: ecco, quello mi è mancato».

PENSO PER ME – Come detto, Burdisso ha parlato di ciò che si è detto con i dirigenti della Roma prima dell’addio: «La società mi ha fatto capire che da giugno avrebbe puntato su altri nomi. Io però devo pensare per me, al mio presente. E per non avere futuro a Roma, non aveva senso aspettare l’estate, preferivo fare i bagagli e andare via ora. Con Garcia non ho parlato… Ma entrambi siamo stati chiari l’uno con l’altro dall’inizio: lui mi ha detto che avendo tre centrali di livello doveva sceglierne due e puntava sugli altri due, per la prima volta mi sono trovato a essere io quello escluso in un ballottaggio. Per i miei due colleghi sono contentissimo, ma io dovevo fare considerazioni diverse».