Connettiti con noi

Europei

Gianni Vio, il maestro di Mancini per il gioco da palla inattiva

Pubblicato

su

gianni vio mancini

Mancini ha riscoperto il talento di Gianni Vio, lanciato da Zenga e maestro del gioco da palla inattiva: con lui tornati a segnare su schema

Come riporta la Gazzetta dello Sport, Gianni Vio è una delle armi in più della Nazionale di Mancini. Nel 2004 Vio scrisse il libro “Palla inattiva, un attaccante da 15 reti”, lettura che stregò Walter Zenga e lo spinse a contattare l’autore e portarselo all’Al-Ain come collaboratore.

Mancini, dopo un paio di colloquio e pareri dei membri del suo staff che già lo conoscevano, ha deciso di ingaggiarlo per la sua Nazionale. «Già a ottobre – continua la rosea – amichevole contro la Moldova, Cristante segnava di testa su corner di Bonaventura. A novembre, Italia-Polonia, Belotti guadagnava un rigore,  sempre dopo calcio d’angolo trasformato in mossa a sorpresa. Domenica molto sorpresa era la faccia di Danny Ward, il portiere del Galles, quando ha visto quell’ambaradan prima e durante la punizione poi calciata da Bernardeschi sul palo. E’ un must di Vio: come impedire il più possibile la visuale al portiere e farlo partire in ritardo».