Connettiti con noi

Atalanta News

Gomez: «Ripartiamo per dare un po’ di gioia alla gente»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Atalanta Gomez

El Papu Gomez ha parlato a Radio 1 Rai Extratime a pochi giorni dalla ripresa del campionato: le sue parole

El Papu Gomez ha parlato a Radio 1 Rai Extratime della ripresa del campionato e di come ha vissuto il lockdown. Queste le parole del capitano dell’Atalanta.

RIPARTENZA – «L’idea è quella di provare a portare un po’ di gioia alla gente che, almeno per qualche ora alla settimana, avrà la possibilità di pensare ad altro. Ovviamente non possiamo riportare in vita tutti i morti che ci sono stati, ma almeno possiamo dare un po’ di felicità e gioia al popolo bergamasco».

CAMPIONATO – «Nelle poche occasioni in cui mi è capitato di andare fuori, per fare la spesa al supermercato, la gente che incontravo per la strada mi chiedeva quando si sarebbe tornato a giocare e se avevo qualche notizia o qualche novità sul campionato. La gente ama il calcio, vive e respira di calcio... anche gli appassionati hanno bisogno di ripartire».

 BERGAMO – «Conoscevo l’ambiente perché sono venuto a giocare a Bergamo con la maglia del Catania, tanti anni fa, e ho visto una tifoseria caldissima. Poi, quando ero in trattativa, per venire all’Atalanta ho parlato con German Denis e Maxi Moralez che giocavano qua e mi hanno raccontato della passione dei tifosi e di come la città ama la sua squadra».

CORONAVIRUS – «Sono una figura pubblica che ha una responsabilità, soprattutto nei confronti dei bambini che mi guardano e a volte cerco di dare una mano a quelli che hanno più bisogno, anche utilizzando la mia immagine. Ultimamente abbiamo raccolto tanti soldi con le maglie di calcio (ha messo all’asta la maglia che indossava negli ottavi di Champions contro il Valencia, ndr). Abbiamo raccolto tanti soldi per l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e di questo sono molto, molto contento».

ESEMPIO – «Noi giocatori di calcio siamo esempi per le future generazioni, quindi dobbiamo trasmettere positività. Dobbiamo raccontare la nostra storia e spiegare come siamo arrivati al successo, perché anche noi siamo persone normalissime e abbiamo costruito un sogno. Voglio raccontare la mia storia per provare a trasmettere la mia passione ai bambini e far capire loro che lavorando tanto per un obiettivo si può raggiungerlo».

Advertisement