Inter, il CFO Williams: «Rinvio pagamenti col pieno consenso dei calciatori»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Tim Williams, CFO dell’Inter, ha parlato del momento difficile per le finanze del calcio italiano e non: le sue dichiarazioni

Tim Williams, CFO dimissionario dell’Inter ma ancora in carica, ha parlato in una videocall con gli investitori per Inter Media and Communication. Le sue dichiarazioni raccolte da Calcio e Finanza.

PORTE CHIUSE «La chiusura degli stadi ha avuto evidenti impatti per quanto riguarda la perdita dei ricavi dello stadio, che potrebbe colpire i club più grandi più dei club più piccoli a causa della maggiore percentuale di ricavi che vengono guadagnati attraverso l’emissione di biglietti per le partite».

RIDUZIONE STIPENDI – «In comune con molti club sia in Italia che in tutta Europa, oltre a raggiungere accordi con alcune controparti per rinviare i pagamenti come parte degli sforzi per gestire il nostro capitale circolante. Tuttavia, ribadisco, non sono stati effettuati rinvii di pagamento ai giocatori senza il pieno consenso di tutte le parti e delle autorità di regolamentazione».

SUNING«Con questo obiettivo, Suning ha nominato consulenti chiave in Asia per lavorare con loro per trovare partner adatti, sia che si tratti di un’iniezione di equity o altro. I colloqui con i principali potenziali partner a tale riguardo rimangono in corso. Con le sfide significative affrontate quest’anno, l’Inter rimane in una posizione forte per lottare per il titolo quest’anno, e fuori dal campo, il club e la nostra proprietà hanno compiuto passi significativi per garantire il futuro del club».