Inter, Mancini: “Voglio tornare in Brasile, sono triste”

© foto www.imagephotoagency.it

Amantino Mancini doveva essere la grande sorpresa dell’Inter al suo arrivo dalla Roma ma, ormai 30enne, il calciatore brasiliano si è perso ormai nei meandri della Pinetina ed è finito ai margini della rosa nerazzurra. Con una breve parentesi nel Milan, Mancini ha collezionato una serie di prestazioni deludenti e tanti infortuni muscolari. Intervenuto ai microfoni di Globoesporte, l’ex Roma ha fatto sapere di voler tornare in Brasile nel 2011: “Voglio risolvere la mia situazione in Italia. Stavolta torno in Brasile. Ho passato otto anni in Europa, ora sto dando priorità  alla mia famiglia, i miei fratelli, mia madre, i miei amici e voglio tornare a Belo Horizonte, dove sono cresciuto ed ho cominciato a giocare. E’ da qui che sono partito per far parte della Seleà§ao e giocare a livello internazionale. Cercherò di risolvere la questione con l’Inter, dove ho ancora un anno e mezzo di contratto. Dopodichè vedremo cosa si potrà  fare. Non gioco più e non sono felice. Per un giocatore della mia esperienza, questo non è positivo. Alla Roma ho passato sei anni e giocato sempre titolare. Vivere una situazione come questa è molto triste. Tornare in Brasile è l’ideale per tornare ad essere il giocatore che ero, un protagonista, che realizzava gol e che sapeva quel che faceva. All’Atletico Mineiro? Lì ho passato nove anni della mia carriera, ma come ho detto, ora come ora non c’è niente, non ho avuto contatti con nessuno. Prima c’è da risolvere la situazione con l’Inter, poi penseremo al Brasile”.