Juve, il futuro è oggi: sei talenti in campo al Mondiale con l’Italia U20

favilli ascoli
© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia U20 impegnata ai Mondiali in Corea del Sud si tinge di bianconero: sono sei i talenti di proprietà della Juve scesi in campo nell’ultimo successo sul Sudafrica

La Juve, in sinergia con l’Ascoli, proprio in questi giorni ha rimesso le mani sul talentino Andrea Favilli. Attaccante classe 1997, rivelazione dell’ultima Serie B con i marchigiani, dal quale in realtà le mani non le aveva mai tolte, dopo averlo coccolato per un anno e mezzo nel proprio settore giovanile. Facendo di fatto impennare un dato decisamente significativo, se si guarda al Mondiale Under20 in corso di svolgimento in Corea del Sud: nell’ultima partita degli azzurrini, vinta per 2-0 contro il Sudafrica, su quattordici giocatori impegnati in campo ben sei figurano sotto l’ala protettrice di Madama. Una media eclatante in senso assoluto, forse ancor di più se riferita proprio ai bianconeri. Che in questo senso non vantavano una tradizione di particolare attenzione ai giovani talenti italici, almeno fino all’approdo sotto la Mole del duo MarottaParatici. Uomini di mercato che hanno fatto del gioco d’anticipo sul suolo nazionale un’arma decisamente vincente: basti pensare agli acquisti nelle ultime due sessioni di mercato invernale di Mandragora prima e Caldara poi, lasciati crescere in provincia ancora per qualche mese in vista del grande salto a Torino. Il centrale difensivo ora occupa stabilmente un posto nell’Under21 azzurra, ma il “riciclo” è già cominciato. Come testimonia proprio l’Under20 attualmente impegnata ai Mondiali.

Una formazione che pullula di bianconeri, a partire dai marcatori nella vittoria col Sudafrica: Favilli, appunto, ed Orsolini, talento purissimo anche lui in forza all’Ascoli e anche lui prelevato dalla Juve prima ancora che le dirette rivali potessero muovere un passo. E poi lo stesso Mandragora, ma anche un prodotto forgiato dal vivaio come il centrale difensivo Romagna. Per arrivare a due profili prelevati e portati allo Juventus Center da giovanissimi per essere affinati, come il centrocampista Vitale ora in prestito al Cesena e l’esterno Cassata attualmente in forza anche lui all’Ascoli.