Juventus-Lazio 1-2: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Lazio, 8ª giornata Serie A TIM 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Prima sconfitta interna dopo 41 partite per la Juventus. La Lazio, che non vinceva dal 2002, ha fatto lo sgambetto alla formazione di Allegri e il tonfo dall’alto del piedistallo bianconero rischia di fare parecchio rumore. La formazione bianconera ha abbassato la guardia a inizio ripresa e ha subìto due colpi da ko da Ciro Immobile, un ex mai troppo rimpianto dalle parti bianconere di Torino. Allegri aveva avvisato i suoi prima della sfida. Le avvisaglie di un calo di concentrazione c’erano state a Bergamo ma anche con il Sassuolo e con il Toro e oggi è arrivata l’ennesima conferma: è la caduta degli dei? Grande prova della Lazio che ha giocato da grande squadra sfruttando al massimo le occasioni create.

JUVENTUS-LAZIO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Lazio 1-2: tabellino

MARCATORI: 23′ pt Douglas Costa (J); 2′ st 9′ st Immobile (L)

JUVENTUS (4-3-3): Buffon 6; Lichtsteiner 6 (28′ st Sturaro 5,5), Barzagli 4,5, Chiellini 5,5, Asamoah 6,5; Khedira 6,5 (20′ st Dybala 4,5), Bentancur 5, Matuidi 6; Douglas Costa 6,5 (9′ st Bernardeschi 5,5), Higuain 4,5, Mandzukic 5,5. In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Rugani, Alex Sandro, Cuadrado. All.: Allegri

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha 7; Bastos 5,5, de Vrij 6,5, Radu 6,5; Marusic 5,5, Parolo 6,5, Leiva 7, Milinkovic-Savic 6,5, Lulic 6 (39′ st Patric 5); Luis Alberto 7 (27′ st Nani 5,5); Immobile 8 (31′ st Caicedo S.v.). In panchina: Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Mauricio, Murgia, Di Gennaro, Bruno Jordao. All.: Inzaghi

ARBITRO: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo

NOTE: AMMONITI: Buffon, Sturaro (J); Patric (L)

JUVENTUS – IL MIGLIORE

ASAMOAH 6,5 – E’ uno dei più continui. Macina km sulla fascia sinistra e dà il via all’azione del vantaggio bianconero. Ha messo continuamente in difficoltà il suo diretto avversario. Non ha una gran tecnica e a volte spreca quanto di buono costruito ma c’è sempre

JUVENTUS – IL PEGGIORE

BARZAGLI 4,5 – Dorme in occasione dei due gol laziali. Sul primo gol Immobile sfrutta una sua dormita e infilza Buffon, sul secondo il centravanti parte alle spalle dei due difensori centrali bianconeri (colpevole anche Chiellini). Buon primo tempo ma pessima ripresa per l’esperto difensore.

LAZIO – IL MIGLIORE

IMMOBILE 8 – Super-Ciro: 15 gol in stagione (nessun bomber dei primi 5 campionati europei ha fatto meglio). Approfitta di due regali della difesa bianconera e di due grandi assist di Luis Alberto e Milinkovic-Savic per bucare Buffon in due occasioni. Una rivincita personale contro la Juve che non ha creduto in lui in passato.

LAZIO – IL PEGGIORE

PATRIC 5 – Entra a pochi minuti dalla fine e la combina grossa ma deve accendere un cero enorme a Strakosha. Entrata imprudente in area, calcio di rigore allo scadere per la Juve. Per sua fortuna Dybala si fa neutralizzare il penalty dal portiere laziale.

Juventus-Lazio: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Grande inizio di secondo tempo della Lazio che in pochi minuti ha ribaltato una gara che si era messa male sfruttando un Ciro Immobile in formato Mundial e una difesa della Juventus da rivedere. I bianconeri, e non è la prima volta che accade quest’anno, hanno faticato nella ripresa e hanno staccato la spina dopo il gol del vantaggio.

45’+7 – Triplice fischio finale di Mazzoleni. Juve-Lazio 1-2.

45’+4 – La Juve recrimina per un calcio di rigore: entrata di Patric su Bernardeschi. Ne nasce una mischia. Il Var sta prendendo in esame l’entrata di Patric. Calcio di rigore per la Juventus. Ammonito Patric. Dybala si fa neutralizzare il calcio di rigore da Strakosha.

45’+3 – Contropiede della Lazio sprecato da Caicedo, tutto solo davanti a Buffon: il portiere si salva con i piedi. Ammonito Sturaro per fallo a inizio azione.

45’+1 – Dopo la traversa di Higuain arriva il palo di Dybala: controllo e tiro di mezzo esterno, Strakosha battuto ma il pallone si infrange sul palo.

45′ – Saranno 4 i minuti di recupero.

39′ – Ultimo cambio per la Lazio: dentro Patric, fuori Lulic.

35′ – Colpo di testa su azione d’angolo da parte di Milinkovic-Savic, parata facile per Buffon.

31′ – Secondo cambio per la Lazio: dentro Caicedo, fuori Immobile.

28′ – Cambio anche nella Juventus: fuori Lichtsteiner, dentro Sturaro.

27′ – Primo cambio nella Lazio: dentro Nani, fuori Luis Alberto.

25′ – Magia di Dybala: sombrero e tiro al volo, conclusione respinta da de Vrij.

23′ – Contropiede della Lazio con Milinkovic-Savic che va a calciare ma Buffon fa buona guardia.

22′ – Primo pallone toccato da Dybala e primo pericolo per la difesa della Lazio: cross splendido sul secondo palo, Bernardeschi si tuffa sul pallone ma non riesce a mandarlo in porta.

20′ – Secondo cambio nelle fila della Juventus: fuori Khedira, dentro Dybala. La Juve passa al 4-2-3-1.

16′ – La Juve attacca a testa bassa ma non riesce a sfondare e lascia praterie agli attaccanti laziali.

9′ – Allegri cambia: fuori Douglas Costa, dentro Bernardeschi.

7′ – Calcio di rigore per la Lazio: pallone in profondità per Immobile che entra in area e viene steso da Buffon. Ammonizione per il portiere bianconero. Dal dischetto l’attaccante della Lazio non sbaglia, spiazza Buffon e porta in vantaggio la Lazio.

4′ – Clamorosa occasione fallita da Higuain che tutto solo davanti a Strakosha si è fatto respingere la conclusione con il piede dal portiere albanese.

2′ – Gol della Lazio: in rete Ciro Immobile. Grande ripartenza della Lazio che favorisce Luis Alberto il quale serve Immobile che tutto solo davanti a Buffon non sbaglia trovando il gol dell’1-1. Ciro segna il 1° gol alla Juve dopo 650 minuti.

1′ – Fischio di Mazzoleni. E’ iniziato il secondo tempo di Juventus-Lazio. Squadre in campo con gli stessi 22 del primo tempo.

SINTESI PRIMO TEMPO – Gara bloccato nei primi 20 minuti con le due squadre attente a rispettare i dettami dei rispettivi tecnici. Il gol di Douglas Costa, il primo con la maglia della Juve, è servito a ravvivare la partita. La Juve ha sfiorato il raddoppio in un paio di circostanze ma la Lazio non è rimasta a guardare creando i presupposti per far male ai bianconeri in diverse occasioni. Primo tempo dunque dai due volti: prima parte sonnolenta, seconda parte molto vivace.

45′  Duplice fischio di Mazzoleni, squadre a riposo sul punteggio di 1-0 per la Juve. La firma è di Douglas Costa.

44′ – Non ci sarà nemmeno un minuto di recupero.

40′ – Lucas Leiva ha interrotto la ripartenza bianconera e ha servito Luis Alberto che è entrato in area e ha calciato con il destro ma Chiellini, con la testa, ha anticipato Buffon, che sembrava essere sulla traiettoria, e ha salvato un’altra volta la Juve.

39′ – Da un rinvio errato di Lichtsteiner è nato un pericolo per la difesa della Juve con Immobile, in area, che è stato fermato dagli interventi in successione dei difensori della Juve che hanno vinto il rimpallo con l’attaccante laziale e hanno salvato la porta di Buffon.

37′ – Strakosha stava per combinarla grossa: il portiere ha fatto sfilare la palla quasi sulla linea, ha rinviato colpendo Higuain, che nel frattempo era andato in pressing, ma la palla si è infranta sulla traversa.

36′ – Gran tiro dalla distanza di Khedira, ben indirizzato, ma Strakosha vola e devia in angolo.

33′ – La Juve continua a sfondare sulla sinistra, Higuain perde ancora una volta l’attimo e non approfitta di una bella giocata di Asamoah.

29′ – Recrimina la Juve: Douglas Costa chiede un fallo di mani in area di Milinkovic-Savic, l’arbitro lascia correre.

28′ – Risponde la Lazio con un colpo di testa di Immobile ma l’arbitro ha fermato l’azione per il fuorigioco dell’attaccante laziale.

23′ – Gol della Juventus: ha segnato Douglas Costa. Giocata sulla sinistra di Asamoah, cross rasoterra per la girata di Khedira che trova la grande risposta di Strakosha, Douglas ben appostato, con il destro, non sbaglia il tap-in, trovando il primo gol in A con la Juve. Convalida anche il Var: il brasiliano è tenuto in gioco da Bastos.

20′ – Partita ‘tattica’ più che tecnica. Spazi ristretti e giocatori attenti a rispettare i dettami dei rispettivi allenatori.

16′ – Fallo di Chiellini su Immobile vicino all’area di rigore. Punizione per la Lazio da posizione interessante. Milinkovic-Savic abbatte Mandzukic che cade a terra ma si rialza dopo pochi secondi.

10′ – Bella azione della Juve sulla sinistra: colpo di tacco di Mandzukic che porta alla conclusione Matuidi ma il francese, con il destro, manda alto.

8′ – Lancio lungo per Higuain che controlla il pallone in area ma non riesce a concludere, ostacolato da un difensore biancoceleste.

5′ – Nulla di rilevante in questo avvio. Un fuorigioco a testa fischiato ai due centravanti, Higuain e Immobile.

1′ – Riparte ufficialmente la Serie A, finalmente! Fischio d’inizio di Mazzoleni: è iniziata la gara tra Juve e Lazio.

Le squadre stanno entrando in campo. Tra pochi minuti al via la diretta live con tutti gli aggiornamenti su Juventus-Lazio.

Tornano le emozioni del campionato. Archiviate le Nazionali, è tempo di tornare a srotolare vessilli e bandiere della propria squadra del cuore. La Serie A ritorna con un week-end di fuoco: ad aprire i battenti saranno Juventus e Lazio all’Allianz Stadium di Torino, poi sarà la volta di Roma-Napoli (20.45) all’Olimpico e infine, domenica (ore 20.45) sarà il turno di Inter e Milan.

Diretta live dalle ore 18

Juventus-Lazio: formazioni ufficiali

Allegri dovrà fare a meno di De Sciglio, Howedes, Marchisio, Pjanic e PjacaSimone Inzaghi invece rinuncerà a Wallace, Basta, LukakuFelipe AndersonPalombi ma ritrova Bastos. Conferme nella formazione biancoceleste e in quella bianconera: Allegri lascia in panchina Dybala e Alex Sandro e manda in campo Asamoah in difesa e Khedira in mezzo per una Juve disegnata con il 4-3-3; Inzaghi getta nella mischia, a destra, Marusic, recuperato. In avanti Luis Alberto a supporto di Immobile.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Khedira, Bentancur, Matuidi; Douglas Costa, Higuain, Mandzukic. In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Rugani, Alex Sandro, Sturaro, Bernardeschi, Cuadrado, Dybala. All.: Allegri

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Patric, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. In panchina: Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Mauricio, Patric, Murgia, Di Gennaro, Bruno Jordao, Nani, Caicedo. All.: Inzaghi

ARBITRO: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo

Juventus-Lazio: probabili formazioni e pre-partita

In difesa sicura una maglia da titolare per Lichtsteiner, non utilizzabile in Champions League contro lo Sporting Lisbona. Asamoah a sinistra si gioca una maglia da titolare a discapito di Alex Sandro, mentre la coppia centrale dovrebbe essere formata da Rugani e Chiellini, con Benatia che parte dalla panchina. A centrocampo torna dal primo minuto Sami Khedira, mentre in attacco giocheranno titolari Douglas Costa e Higuain. E’ ancora in forte dubbio la presenza di Dybala. Inzaghi recupera De Vrij Bastos in difesa, mentre a destra dovrebbe giocare l’acciaccato Marusic. Se lo sloveno dovesse dare forfait attenzione all’esperimento Murgia. Dietro l’unica punta Immobile agiranno Milinkovic-Savic e Luis Alberto, con Felipe Anderson non ancora completamente ristabilito dopo l’infortunio e Nani che si accomoda in panchina. Strakosha sarà regolarmente tra i pali: smaltito il problema muscolare accusato con l’Albania.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Asamoah; Khedira, Bentancur, Matuidi; Douglas Costa, Higuain, Mandzukic. In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, Benatia, Alex Sandro, Sturaro, Bernardeschi, Cuadrado, Dybala. All.: Allegri.

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Patric, Parolo, Leiva, Lulic; Milinkovic Savic, Luis Alberto; Immobile. In panchina: Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Maurizio, Patric, Murgia, Di Gennaro, Bruno Jordao, Nani, Caicedo. All.: Inzaghi

Così Allegri alla viglia dell’incontro: «Contro la Lazio giocherà chi è più riposato. Khedira potrebbe essere titolare, sta bene, così come Mandzukic. Domani in porta giocherà Buffon. Piani sarà a disposizione mercoledì, Marchisio sta lavorando bene. Gli altri rientreranno gradualmente. Buffon è tornato pimpante dalla Nazionale, anche Mandzukic, sta bene e non ha avuto niente. Quando alleni grandi squadre hai a che fare con i campioni. L’allenatore deve tenere conto di tante cose. Higuain farà un grande mese. E’ molto motivato e in ottima condizione. Non dobbiamo concedere ripartenze alla Lazio, in campo aperto sono molto bravi. Domani sarà complicato, noi dobbiamo fare un salto per essere competitivi a marzo. Dobbiamo lavorare sui momenti in cui caliamo e andiamo troppo in balia degli eventi. In Supercoppa fu una partita strana. Sul 2-2 abbiamo fatto poca attenzione. Scudetto? Ci sono tante avversarie, e domani si affrontano le prime sei. Tutte vogliono batterci, quest’anno sarà più dura. Abbiamo contro tutte le squadre del campionato che vogliono battere la Juventus, serve qualcosa in più. Fra noi e il Napoli c’è solo un pareggio di differenza. Noi abbiamo l’obiettivo di fare un tot di punti. I grandi risultati restano lì. Ora dobbiamo fare qualcosa in più, sennò lasciamo punti per strada. A Bergamo abbiamo lasciato due punti. La squadra deve trovare un suo equilibrio. Ogni anno l’asticella si alza sempre di più. Il campionato negli ultimi anni è quasi sempre stato vinto dalla squadra con la migliore difesa. Sono contento di Higuain, è rimasto qui in queste due settimane, è motivato e ha l’obiettivo di andare al Mondiale. Inzaghi nel futuro alla Juventus? Simone è uno degli allenatori giovani più bravi, lo ha dimostrato lo scorso anno e anche adesso, è bravo tatticamente e nella gestione del gruppo, avrà una carriera importante davanti a sé. A Bergamo non abbiamo pareggiato per il VAR, ma per colpa nostra».

Le parole di Simone Inzaghi alla vigilia di Juventus-Lazio: «Abbiamo lavorato durante la sosta e lo abbiamo fatto bene. Abbiamo recuperato Bastos, vedremo se giocherà dall’inizio. Gli altri sono rientrati e in questi giorni hanno tutti lavorato bene per domani. Rispetto alla sfida di Supercoppa abbiamo conservato qualcosa di tattico, ma domani dovremo essere umili ed avere grinta e furore agonistico. Troveremo una Juventus arrabbiata, i miei lo sanno che giocheremo uno stadio molto difficile. Faremo la nostra gara con personalità e in modo giusto. Loro sono di un altro livello ma noi dovremo fare la partita perfetta, sperando che non siano in una giornata top. Sapevamo che Wallace non lo avremmo ritrovato dopo la sosta, il polpaccio è un muscolo su cui non scherzare. Lui è fondamentale, vuole giocare, ma gli ho detto di stare sereno perché lo aspettiamo. Nani è rimasto qua ed è cresciuto molto. Fa progressi settimana dopo settimana. Tra domani e giovedì sarà impiegato perché lo ha guadagnato sul campo. Merita fiducia. Marusic e Patric stanno meglio. Lukaku non lo so, ha avuto qualche fastidio e non so se lo avremo per Nizza»Poi ancora sulla Juve: «Tutti gli anni la Juventus ha sempre sostituito i giocatori che ha perso  nel migliore dei modi. Anche quest’anno sarà da vertice sia in campionato che in Champions. Scudetto? Il Napoli si è avvicinato tanto, ha mantenuto il gruppo e l’allenatore e rispetto alle altre è un po’ avanti. Gli apprezzamenti della Juve nei miei confronti? Mi fanno piacere, ma hanno Allegri che è uno dei top allenatori. Lo stimo tanto. Modulo? Non conta il modulo, conterà l’atteggiamento».

Juventus-Lazio: i precedenti del match

Sono 146 i confronti diretti tra Juventus e Lazio. Il bilancio sorride nettamente ai bianconeri con 78 vittorie. Sono invece 36 i pareggi mentre 32 sono le vittorie biancocelesti. I successi laziali si riducono sensibilmente se prendiamo in esame le sole sfide giocate a Torino (73): 47 vittorie dei bianconeri, 18 pareggi e 8 successi per la Lazio. La Juve, in casa contro i laziali, ha segnato 162, la Lazio ‘solo’ 72, praticamente uno di media a partita. La Juve, tra le mura amiche, ha una striscia aperta di 4 vittorie consecutive con la Lazio, e di 13 risultati utili di fila (solo 3 pareggi). L’ultima vittoria laziale risale al 15/12/2002: i biancocelesti si imposero a Torino con il punteggio di 1-2.

Juventus-Lazio: l’arbitro del match

Sarà Paolo Silvio Mazzoleni a dirigere l’incontro dell’Allianz Stadium tra Juventus e Lazio. Il fischietto della sezione di Bergamo sarà coadiuvato dagli assistenti Manganelli e Preti. Quarto uomo: Giacomelli. Addetto al Var Fabbri, assistente Aureliano. L’arbitro ha incrociato la Juve 25 volte (l’ultima volta fu festa Scudetto, in casa, contro il Crotone): 17 vittorie bianconere, 4 pareggi e altrettante sconfitte. Il fischietto lombardo ha già diretto i biancocelesti in 25 occasioni e il bilancio è positivo: 14 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte. Curiosamente, Mazzoleni ha diretto Juve e Lazio per 25 volte in carriera (le due antagoniste sono le squadre più arbitrate dal fischietto lombardo). Mazzoleni ha inoltre diretto per due volte gli scontri tra bianconeri e biancocelesti: 0-1, in casa della Lazio, per i bianconeri nel maggio del 2011, 3-0 per gli juventini il 20 aprile del 2016. 

Juventus-Lazio Streaming: dove vederla in tv

Qui tutte le informazioni complete: Juventus-Lazio Streaming gratis e diretta tv: come vederla. La partita andrà in onda a partire dalle ore 18 in diretta sulle frequenze di Sky Supercalcio e Sky Calcio 1 e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium Sport. Non solo, perché Juventus-Lazio sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky GoPremium Play Serie A TIM TV. La gara sarà visibile anche tramite decoder TIM Vision e potrà essere acquistata anche sulla piattaforma Sportube.