Juventus, Marotta: «Falcao non alla nostra portata«

© foto www.imagephotoagency.it

Chiusura del dirigente bianconero presente ai sorteggi di Champions League

JUVENTUS MAROTTA CHAMPIONS LEAGUE FALCAO – Giuseppe Marotta, dirigente della Juventus, ha commentato il sorteggio di Champions League che ha regalato nel girone bianconero Atletico Madrid, Olimpiakos e Malmo. Queste le dichiarazioni rilasciate a Sky Sport: «Poteva andare peggio. La Champions è un torneo, non è un campionato, quindi devono esserci delle circostanze favoreli. Sinceramente è un gironcino molto gradito, ma che presenta comunque qualche insidia. Il Malmoe è in piena attività, ad esempio, ma comunque noi dobbiamo onorare la maglia. La qualificazione è alla nostra portata». 

MERCATO – Sulla situazione Falcao, netta chiusura del dirigente bianconero: «Non ci sono novità, ma tante voci, che voi giornalisti alimentate. Non c’è stato alcun incontro. Ci stiamo concentrando sui nostri obiettivi, considerando che non abbiamo ceduto nessuno dei pilastri. Può succedere di tutto, ma non ci saranno colpi a sensazione. Non penso che Falcao verrà. Ho incontrato l’agente di Falcao, che gestisce anche Cristiano Ronaldo. Non credo che Perez stesse trattando in questa sede Falcao. Io comunque non entro in queste dinamiche, per noi non c’è nulla di concreto. E’ un’operazione non alla nostra portata»

PROSPETTIVE – Infine, uno sguardo di prospettiva: «Il gruppo è collaudato, ha pagato l’inesperienza in Europa: l’esperienza dell’anno scorso ci può servire. Gli errori del passato recente ci devono servire per il futuro. Napoli eliminato? Il calcio italiano ha un ruolo di comprimario, dobbiamo fare delle profonde riflessioni. Si parla tanto di soldi e poco di calcio, l’essenza di questo sport. Obiettivi europei? In generale dobbiamo competere per la vittoria dello scudetto, poi dobbiamo dare il massimo in Champions League. Il gap sta aumentando con le big europee e lo si vede anche sul mercato, ma essendo un torneo dobbiamo provare ad andare il più avanti possibile»