Keita-Lazio, ora è guerra: «Il suo agente dice cose fuori dalla realtà»

keita lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Keita intrigo di calciomercato vero per la Lazio. Il procuratore Calenda nega le voci di rinnovo, il d. s. Tare però contrattacca: «Gliene abbiamo offerto uno da top player». Milan e Juve sullo sfondo

La situazione di calciomercato di Keita Baldé si fa di giorno in giorno più complicata: chi ci capisce, è bravo. L’attaccante della Lazio, di fatto, sarebbe a un passo dall’addio (e fin qui nulla di strano). Ieri c’è stato un incontro tra la dirigenza biancoceleste, capitanata dal presidente Claudio Lotito e dal direttore sportivo Igli Tare, ed il procuratore del senegalese, Roberto Calenda. La questione appare nitida solo fino a un certo punto. Secondo Calenda (qui le sue dichiarazioni: Lazio, il procuratore di Keita: «Accordo col Milan») la Lazio al momento starebbe provando a cedere Keita al Milan, lasciando sullo sfondo soltanto l’ipotesi Juventus. Nulla di vero invece secondo Tare, che ieri ha subito risposto per le rime al procuratore. La Lazio, in verità, avrebbe provato a trattenere l’attaccante, senza risultati. Insomma, è un rimpallo di responsabilità per l’addio: Keita vuole andare via o la Lazio vuole venderlo?

Keita venduto? Tare: «Falso! Noi vogliamo rinnovare»

Calenda ha parlato di offerta di rinnovo non concreta da parte dei biancocelesti. Tare però ha subito precisato in serata: «Prendo atto delle dichiarazioni rilasciate dal signor Calenda, che afferma di non aver mai ricevuto alcuna proposta di rinnovo per Keita – le parole del d. s. albanese – . Tali affermazioni non rispecchiano però la realtà. Abbiamo già incontrato Calenda due settimane fa. Al suo assistito abbiamo offerto ufficialmente il rinnovo sia lo scorso anno che nell’arco della stagione. Lo ripeto ancora chiaramente: al calciatore è stato offerto un contratto alle stesse cifre dei top player della Lazio». Secondo Tare, insomma, quella del mancato rinnovo è una scusa di Calenda e Keita per l’addio. Ci sarebbe un accordo tra Lazio e Milan (50 milioni di euro per l’attaccante e Lucas Biglia), ma è pure vero che il senegalese spingerebbe e prenderebbe tempo in attesa della Juve. Situazione criptica.