Connettiti con noi

Calcio Estero

L’affare Mbappe e la ‘sbruffonata’ tra Real Madrid e PSG

Pubblicato

su

L’operazione Kylian Mbappe tra Real Madrid e PSG: una sbruffonata tra Al-Khelaifi e Perez, tra due potenti del calcio

Tanto rumore per nulla? Il calciomercato in Spagna e in Francia chiuderà a mezzanotte, quindi c’è ancora tempo per trovare l’accordo ma al momento la strada sembra chiusa. Una trattativa che ha fatto clamore e che farà clamore indipendentemente dall’esito finale. E’ stato un braccio di ferro tra Real Madrid e PSG. Se ci permettete, è stata una gara tra ‘sbruffoni’, tra padroni del calcio. La situazione legata a Kylian Mbappé è nota. L’attaccante francese classe ’98 è costato 180 milioni di euro al PSG. Ha un altro anno di contratto con il club parigino e, tentato dalla chiamata del Real Madrid, ha chiesto di unirsi alle merengues. «Se Kylian partirà, lo farà alle nostre condizioni. Questo vale anche per qualsiasi altro giocatore. Da due anni il Real sta avendo un comportamento scorretto e illegale» aveva tuonato alcuni giorni fa il ds del PSG Leonardo, accusando Florentino Perez e il club blanco.

Una sbruffonata da 180 milioni: un affare che comunque vada farà discutere

Quella tra Real e PSG però è stata una gara tra ricconi, tra vanitosi, una sbruffonata. Il Real Madrid ha provato a investire 180 milioni (centoottantamilioni!!!) per un giocatore in scadenza di contratto tra un anno. Il PSG ha detto di no a un’offerta di 180 milioni di euro per un giocatore che rischia seriamente di perdere a costo zero tra 12 mesi. Qualcosa di incredibile per entrambi i club. Una situazione davvero paradossale se si pensa alla portata economica di tale affare. Il PSG avrebbe guadagnato la stessa astronomica cifra investita 4 anni di fa dai parigini e versata al Monaco (il Monaco ha anche una percentuale sulla futura rivendita, riceverebbe anche una bella somma, si parla di 35 milioni di euro). Un affare che sicuramente ha fatto discutere e farà ancora discutere. Anche se non andrà in porto.